Nuova Banda Ericina, le nuove cariche sociali 2022

Giuseppe Peralta è il nuovo presidente, ma sarà coadiuvato da 6 componenti del consiglio direttivo

Pietro
Pietro Vultaggio
10 Gennaio 2022 17:24
Nuova Banda Ericina, le nuove cariche sociali 2022

L’associazione Musicale Ericina ‘Nuova Banda Ericina’ inizia il nuovo anno con la nomina del nuovo presidente Giuseppe Peralta, che sarà coadiuvato da Iole Chiara (vice presidente), Serena Cernigliaro (segretario), Angelo Ravazza (tesoriere) e dai tre consiglieri Antonio Giurlanda, Sergio D’Amico e Sabrina Perazzin. “Sono davvero onorato di far parte del nuovo consiglio direttivo della Nuova Banda Musicale Ericina – commenta il consigliere Giurlanda da noi contattato. Siamo per la maggior parte giovani e giovanissimi pieni di nuove idee e tanta forza di andare avanti, lasciandoci dietro questo brutto periodo che ci accomuna.

Stiamo lavorando per il nuovo anno con grandi novità ed eventi (COVID permettendo), vi terremmo aggiornati”. Traspare tanta voglia di fare e tanta voglia di uscire da questo brutto periodo che ci ha costretto a mettere da parte passioni, progetti ed eventi. Dopo la tempesta spunta sempre l’arcobaleno, così dopo un momento difficile ci sarà la serenità nell’animo per continuare e coltivare la socialità. Il Maestro Vincenzo Buscemi, invece, sarà il nuovo Direttore Musicale, ad annunciarlo è il presidente Peralta: “Buscemi curerà l’aspetto musicale dell’associazione e siamo certi che, con la sua grande esperienza, sarà un ottimo padre di famiglia.

Prima di tutto la nostra realtà deve essere una famiglia, in cui tutti si vogliono bene, ed anche un luogo di comunione per chi ama la musica senza altri fini personali”. Peralta aggiunge: “Continueremo con amore e orgoglio il percorso iniziato da chi ci ha preceduto in questi lunghi 15 anni di vita associativa! Ci impegneremo al massimo per poter lavorare e operare in collaborazione anche con vari enti e pubbliche amministrazioni, affinchè con sinergia tutti insieme possiamo portare con successo l’obiettivo di valorizzare la nostra realtà musicale e le tradizioni.

Non sarà facile, vista la situazione in cui ci troviamo da due anni, ma ci proveremo nel rispetto e nella sicurezza possibile!”.

In evidenza