Musumeci contro il DPCM di Conte: “Attività siciliane penalizzate, chiederemo deroga a Roma”

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
27 Ottobre 2020 11:14
Musumeci contro il DPCM di Conte: “Attività siciliane penalizzate, chiederemo deroga a Roma”

"All'interno di una cornice nazionale, i Presidenti di Regione devono adattare le misure in base al dato epidemiologico del proprio territorio. Il Dpcm dell’altro ieri ci lascia perplessi sulla chiusura alle 18 dei ristoranti, delle pizzerie e dei bar. Nell'ora in cui potrebbero cominciare a ricevere qualche cliente, si determina una situazione sinceramente penalizzante. La realtà della Sicilia non è ai livelli di alcune zone del Nord. Non escludiamo che ci si possa arrivare però perché se in questo momento è possibile far lavorare alcune categorie, non lo si deve fare?".

Lo ha dichiarato il Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, in difesa dei teatri, cinema e ristoranti siciliani. "E' facile in questo momento buttare benzina sul fuoco ed ogni atto di rabbia e di protesta non deve trasformarsi in atto di violenza - ha aggiunto-. Il mio Governo regionale proporrà a Roma una deroga per tenere aperti teatri, cinema, ristoranti. Molto spesso da Palazzo Chigi arrivano condotte che non sono improntate al dialogo - ha concluso Musumeci -.

Quando le regioni fanno proposte e nessuna viene accolta, è chiaro che la volontà del dialogo appare difficile. Roma dia le linee generali, ma ogni governatore si assuma le proprie responsabilità in funzione di quello che accada nel proprio territorio".

In evidenza