Accadeva a Trapani: 29 anni fa l’avvistamento di un Ufo

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
24 Gennaio 2021 22:27
Accadeva a Trapani: 29 anni fa l’avvistamento di un Ufo

«Gli extraterrestri? Certo che ci credo, sarebbe noioso immaginare di essere soli nell’universo». Rispondeva così Denis Villeneuve, regista di Arrival, pellicola che vedeva dodici navi aliene arrivare sul pianeta e due studiosi cercare un modo di comunicare con i misteriosi visitatori. C’è chi crede nell’esistenza degli alieni e chi pensa sia un’esagerazione. E nonostante le tante titubanze da parte di molti, sono numerose le storie legate agli extraterrestri e a possibili avvistamenti.

Uno di questi videro anche Trapani protagonista, nel gennaio del 1992. Fu il settimanale Trapani Nuova a pubblicare una testimonianza nell’edizione del gennaio 1993, un anno dopo il possibile avvistamento. «Nel tardo pomeriggio del trascorso 7 gennaio 1992 – veniva scritto in una lettera mandata al giornale da un anonimo – percorrevo la strada che da Erice scende verso Trapani. Nei pressi del bivio Trapani-Valderice mi sono fermato in quanto sentivo una certa difficoltà nell’assetto di guida e temevo che avessi forato una gomma.

Così non era. Stavo per rientrare in macchina quando, senza un particolare motivo, rivolsi lo sguardo verso il cielo. Era ormai sera, una sera limpida e illuminata da tante stelle. Una in particolare attirò di colpo la mia attenzione perché non ne avevo mai viste di simili. Grande come non mai, sembrava un ammasso di stelle, di sorprendente luminosità. Rimasi incantato a guardare, chiedendomi di quale corpo celeste o fenomeno potesse trattarsi. Poiché proprio in quei giorni si paventava l’attraverso un asteroide nell’orbita terrestre, pensai proprio a ciò.

Ad un tratto mi accorsi che quel corpo celeste, prima immobile, si muoveva in avvicinamento rispetto al mio punto di osservazione. Il presunto asteroide iniziò a muoversi e la sua luminosità aumentare e diventare opalescente, come un enorme neon acceso nel cielo. Quell’originario ammasso stellare, poi, prese forma e si rivelò un oggetto volante. Riuscii a scorgerne in maniera più definita la forma quando lo ebbi sopra di me, ad una altezza di circa sei-sette piani. Lo vidi chiaramente. Ricordo con particolare vivezza di immagine una specie di oblò circolare, tutto intorno all’oggetto, come una cintura intensamente luminosa.

L’oggetto sostava sopra di me ed io ne ero incantato. Quando tuttavia l’Ufo cominciò ad abbassarsi ulteriormente, fui terrorizzato. Mi rimisi in macchina e fuggii. Da chi? Non potrò mai saperlo. Lo seguii con lo sguardo. Lo vidi andare a zigzag e ad un certo punto emettere una luce rossa intermittente. Mi venne da pensare che l’Ufo (nell’accezione letteraria del termine inglese Unidentified Flying Object – Oggetti volanti non identificati –) si fosse dapprima mimetizzato da corpo celeste e poi da normale aereo, salvo a rivelarsi un oggetto volante non di umana fabbricazione quando fu sopra la mia testa».

Una particolare storia che, sicuramente, non può che farci sorridere. Proprio come accadde in quel non tanto lontano 1993 quando chi acquistò il giornale scoprì che gli alieni erano arrivati anche a Trapani.

In evidenza