Trapani-Venezia. Baldini: “Taugourdeau non è tranquillo ma deve darmi delle indicazioni, N’Zola? Deve allenarsi bene”

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
01 Settembre 2019 00:02
Trapani-Venezia. Baldini: “Taugourdeau non è tranquillo ma deve darmi delle indicazioni, N’Zola? Deve allenarsi bene”

Sono le sirene di mercato a tener banco in casa Trapani. Fra le cause della sconfitta per 0-1 con il Venezia al "Provinciale", nella seconda giornata del campionato di Serie B. Queste le dichiarazioni di mister Francesco Baldini: "La pausa mi metterà in condizione di avere un quadro chiaro della situazione. Finalmente chiude il mercato, non ne potevo più. Ho voglia di lavorare col gruppo di ragazzi che so di avere. I ragazzi scesi in campo oggi hanno dato tutto quello che avevano provando a ribaltare la partita.

Abbiamo giocato con un terzino sinistro schierato a destra e senza il play titolare. Questi ragazzi hanno bisogno di lavorare con compagni freschi e che hanno voglia di giocare insieme a loro. Abbiamo iniziato con Taugourdeau come playmaker, ma lui mi ha fatto capire che in questo momento non è tranquillo e posso anche comprenderlo. Colpani è giovane non è reduce da un grandissimo numero di presenze. Ha bisogno di tempo. La squadra ancora non è completa. Il direttore ha fatto un buon lavoro, non penso sia una questione di uomini ma dovremmo avere pazienza un pò tutti, a cominciare da me.

E' tutto nuovo, ci sono voci di mercato che non è ancora finito e che potrebbe portarci delle novità, ma stiamo lavorando in sintonia con la società per dare un volto definitivo alla squadra. N'zola?  Deve imparare ad allenarsi bene. Allora giocherà titolare! Altrimenti partirà dalla panchina fino alla fine dell'anno. Ma questo vale per tutti non solo per N'zola. Per quanto riguarda Togo (Taugourdeau ndr) deve darmi delle spiegazioni su quanto sta succedendo. Per quanto mi riguarda non è corretto chiamare un giocatore ripetutamente da parte di una società chiunque essa sia...

Posso solo dirvi che Togo mi ha fatto capire che non è tranquillo e che oggi si è tirato fuori dalla partita. Se martedì, non si sarà accordato con nessuno, tornerà ad essere un giocatore del Trapani e a lottare per questa maglia. Lui è un giocatore fondamentale per noi, ma deve esserlo con la giusta tranquillità". Tommaso Ardagna  

In evidenza