Santuario di Maria Santissima di Custonaci, gioiello da proteggere

Approfondimento sul Santuario a cura degli studenti del "Rosina Salvo" di Trapani.

Emanuele
Emanuele Barbara
28 Aprile 2021 14:42
Santuario di Maria Santissima di Custonaci, gioiello da proteggere

Il Santuario di Maria Santissima di Custonaci è un santuario cattolico dedicato alla Vergine Maria che si trova al centro della città di Custonaci, in provincia di Trapani. La costruzione dell'edificio è avvenuta nella seconda metà del '500, su una precedente cappella della “Vergine Maria della Concezione”. Si narra che un'imbarcazione francese salpò dal porto di Alessandria d'Egitto portando con sé anche un simulacro della Madre di Dio; nel mezzo di una spaventosa tempesta, i marinai iniziarono a pregare la Vergine per richiedere la sua intercessione e scampare così alla morte.

D'improvviso la tempesta si placò e i marinai poterono scendere sulla terra ferma. Come ringraziamento pensarono di costruire una piccola cappella in prossimità di quelle acque. Gli ericini però riuscirono a convincere i marinai dell'inadeguatezza del posto da loro scelto, in quanto troppo esposto alle scorrerie dei pirati; si decise allora di erigere la cappella sulla vicina collina di Custonaci, dove i contadini portarono a spalla la sacra immagine. Il primo lavoro fu fatto nel 1536. Il più grande restauro avvenne tra il 1870 ed il 1900 ad opera di Mons.

Giuseppe Rizzo. L’impianto del Santuario di Custonaci viene reso a croce romana con tre diverse navate divise da colonne in muratura, dipinte con effetti marmorei dalle quali si innalzano archi a sesto acuto che richiamano stili gotici. Delle cinque statue che occupano la tribuna solo quella dell’Immacolata è in marmo scolpita da un ignoto scultore trapanese nei primi decenni del ‘600. Nel 2012, alcuni lavori arricchiscono il santuario di un nuovo altare, un nuovo ambone in marmo e una nuova sede oltre al riposizionamento della settecentesca balaustra.

Il Santuario di Maria Santissima di Custonaci è molto rinomato in Sicilia per il prezioso quadro che custodisce e per il singolare sagrato che lo circonda pavimentato con piccoli ciottoli di fiume che vanno a formare unici ed eleganti disegni con motivi floreali e geometrici. Alla chiesa si accede tramite un’ imponente scalinata. Grazie alla bellezza dei suoi dettagli interni e al suo particolare sagrato è spesso preferita, dai fedeli di tutta la provincia, per la celebrazione dei matrimoni.

Esorto i turisti che si trovano nelle vicinanze a visitare l’incantevole cattedrale di Custonaci ed ammirare il suggestivo paesaggio che la circonda.

Maria Bensorte 2^I

In evidenza