San Vito Lo Capo, concessione del +50% del suolo pubblico per le attività

«Un altro passo per favorire la ripresa delle attività economiche», ha dichiarato il sindaco Peraino.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
18 Maggio 2021 10:39
San Vito Lo Capo, concessione del +50% del suolo pubblico per le attività

Con l’ingresso della Sicilia in “zona gialla”, l’amministrazione comunale di San Vito Lo Capo ha deciso che dal 17 maggio al 24 ottobre 2021 i titolari di pubblici esercizi con somministrazione (bar, ristoranti, etc.) potranno richiedere (in modalità semplificata) l’ampliamento dell’occupazione di suolo pubblico fino ad un massimo del 50% in più rispetto a quello già autorizzato o in fase di autorizzazione.

Si tratta di una autorizzazione totalmente gratuita. L’iniziativa della amministrazione comunale, che va ad aggiungersi ad altre misure previste a livello nazionale, rappresenta un ulteriore incentivo volto a favorire la ripresa delle attività economiche, fortemente provate dalle restrizioni imposte dalla necessità di limitare la diffusione del contagio da Covid19.

«L’ampliamento degli spazi utili alle attività di somministrazione - dichiara il sindaco Giuseppe Peraino -, così come avvenuto nel 2020, consentirà alle stesse, chiamate a garantire il distanziamento interpersonale, di poter meglio offrire servizi. L’ingresso della Sicilia in “zona gialla” è una conquista che è costata sacrificio alla collettività, agli imprenditori ed ai lavoratori e consentire, gratuitamente, di ampliare il suolo pubblico è un ulteriore passo che questa amministrazione ha voluto fare per favorire la ripresa delle attività economiche». 

In evidenza