Safina: «Nino Oddo chiarisca da che parte sta il PSI»

«Non riesce a trovare spunto di confronto ma diretto a trovare accordi con la destra e il centro destra».

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
01 Luglio 2021 16:12
Safina: «Nino Oddo chiarisca da che parte sta il PSI»

«Un punto fondamentale rimanda alla linea del suo partito, il Psi, soprattutto quello trapanese, direttamente guidato dall’onorevole: fa ancora parte del centrosinistra?». Questo l'esordio della nota a firma del dirigente del PD, Dario Safina, il quale punta il dito contro Nino Oddo: «Seguendo le mosse del Pd, ormai una sorta di incubo politico per l’ex parlamentare, non si è accorto di essere a pieno titolo un alleato della Lega».

«Il patto-adesione a VIA, che a sua volta, si è federato con il Movimento per le Autonomie, che a sua volta, ha stretto un accordo con la Lega - afferma Safina - consegna ai socialisti trapanesi e siciliani un’intesa organica con il partito populista e sovranista. Si pone dunque, un problema serio per il centrosinistra dell’Isola. E’ infatti necessario comprendere cosa sia il Psi di Oddo in questa fase politica».

«Del resto i socialisti che gli hanno consegnato la leadership del partito hanno già avuto modo di constatare che l’onorevole da anni è organico ed alleato al centrodestra ed alle forze del centrodestra. Come dimenticare l’accordo di ferro con il senatore di Forza Italia, Antonio d’Alì?», prosegue.

«Come dimenticare le intese contraddittorie, ma con un comune denominatore, negli anni, di essere quasi sempre e comunque in contrasto ed in rotta con le scelte delle altre forze della coalizione? La sua continua ricerca dello scontro con il Pd è ormai frutto di una patologia politica. Non riesce a trovare neanche uno spunto di confronto, mentre è quanto mai sicuro e diretto quando deve accordarsi, per mere questioni di potere, con la destra e con il centrodestra. Un esempio, attuale, può essere quello di Mazara del Vallo.

Il suo consigliere comunale Pietro Marino, alle cronache di questi giorni, si è candidato nella lista “Futuristi”, lista che portava il marchio politico dell’ex Presidente dell’Ars Nicola Cristaldi, uno esponente storico della destra. Su quel che ha detto il consigliere è meglio calare un velo pietoso. Ma è quantomeno fastidioso sentire cianciare l’onorevole Oddo di equilibri politici nel centrosinistra, con il piglio del professorino che sale in cattedra per dare lezioni».

L'invito, poi, dell'Assessore della Giunta Tranchida: «Lasci perdere le primarie di Roma e Bologna. Quelle sono cose serie. E lasci perdere il centrosinistra siciliano, che avrà anche i suoi problemi ma che ha la necessità di presentarsi con un progetto politico credibile ed ancorato alla sua storia. Vorremmo capire noi, onorevole Oddo, da che parte sta. Lo abbiamo seguito nel suo tentativo di presentare l’eco-socialismo. Ma prima provi a spiegare il destrismo del suo Psi, che fatichiamo non poco a considerare, il suo Psi, componente del centrosinistra siciliano.

In evidenza