Rossana Di Nicola verso il “Premio Città di Barcellona”

L’artista trapanese è stata selezionata tra 500 artisti in tutto il mondo

Pietro
Pietro Vultaggio
10 Maggio 2022 19:00
Rossana Di Nicola verso il “Premio Città di Barcellona”

La pittrice trapanese Rossana Di Nicola parteciperà al premio internazionale Città di Barcellona. Progetto ideato in collaborazione con alcuni esponenti dell’ambiente artistico culturale spagnolo. La partecipazione al Premio è opportunità unica e prestigiosa ed è riservata soltanto a pochi artisti, circa 500, scelti dal comitato artistico di Art Now. L’evento si svolgerà dal 18 al 20 Novembre 2022 presso il palazzo Gomis, già sede del MEAM - Museo Europeo d’Arte Moderna, appartenente alla Fondazione delle Arti e degli Artisti e che rappresentano il meglio dell’arte figurativa contemporanea.

I premi che verranno assegnati sono: video esposizione presso MEAM di Barcellona; premi monetari in palio pari a 3.000 euro per il 1° Classificato, 2.000 euro per il 2° Classificato e 1.000 euro per il 3° Classificato; intera Pagina su Art Now; copia della Rivista Art Now. “Il primo quadro è ispirato al brano di George Gershwin intitolato: “Fascinating Rhythm” – dice la pittrice. Il quadro, come il brano, tende a cambiare a seconda del ritmo, composto da una sequenza di accordi, nota come il Rhythm changes.

Il primo riquadro indica l’incipit del brano musicale in cui i colori vengono presi singolarmente fino ad unirsi in un’armonia di colori nei restanti tre riquadri, in cui l’apice è raggiunto nel secondo, come contrassegnato dalla spirale e dai colori giallo e arancione, quasi a voler simboleggiare un’esplosione sia in chiave artistica che musicale. Infine, il secondo e il quarto riquadro sono contrassegnati da un’armonia di colori disposti in modo curvilineo. L’ispirazione l’ho tratta – prosegue Di Nicola - dalle famose curve barocche della scala di palazzo Carignano a Torino, opera del famoso architetto e filosofo Guarino Guarini, in cui la prima parte è composta da una curva convessa, che mira ad intimidire gli invitati, mentre la seconda parte è composta da una curva concava che mira all’accoglienza.

Nel mio dipinto il secondo riquadro è composto da una curva concava, in cui i le varie gradazioni di blu si uniscono, indicando l’inizio dell’armonia musicale che mira ad accogliere lo spettatore nell’opera. Mentre il quarto riquadro è contrassegnato da una curva convessa che invece, come si capisce dall’ascolto della melodia, tende a proiettare lo spettatore verso la fine dell’armonia del brano e al ritorno alla realtà che lo circonda”. Sul secondo quadro invece? “Mi sono ispirata sia al brano musicale intitolato blu celeste del cantante Blanco sia all’ opera del pittore Paul Klee intitolata: “luna piena”.

Mentre per il primo quadro mi sono ispirata solamente ad esternare le sensazioni provenienti da un brano musicale, in questo tendo a combinare le sensazioni provenienti da un brano musicale con la realtà circostante, rarefatta, resa essenziale, ridotta a semplici linee o forme colorate. Nello specifico il quadro è composto da due lune parallele, nella parte a sinistra, che tendono quasi a sfiorarsi nella parte di destra, ma pur sempre parallele, il tutto contrassegnato da una gradazione di colori che vanno dal blu più intenso che segna la notte profonda, fino all’arancione del tramonto.

Il titolo del quadro è “ossimoro”, in quanto accosto nell’opera colori che esprimono concetti diversi, come l’arancione del tramonto seguito dal blu intenso del mare e dal bianco che segna il suo riflesso, colore tipico, invece, del mare di notte”.

Ti piacciono i nostri articoli?

Non perderti le notizie più importanti. Ricevi una mail alle 19.00 con tutte le notizie del giorno iscrivendoti alla nostra rassegna via email.

In evidenza