Mazara, ad oggi sarebbero 74 i positivi al covid-19 ma l’Asp non dice quanti guariti

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
31 Ottobre 2020 09:15
Mazara, ad oggi sarebbero 74 i positivi al covid-19 ma l’Asp non dice quanti guariti

“Purtroppo anche oggi registriamo nella nostra città numerosi casi di contagio. Altre 16 persone infatti sono risultate positive al Coronavirus. Questo è quanto comunicato nella tarda serata di ieri dal sindaco Salvatore Quinci in merito ai nuovi casi positivi al coronavirus registrati a Mazara del Vallo. Pertanto considerato il dato fornito ieri, seppur ufficiosamente (l’Assessorato regionale da qualche settimana non fornisce più i dati ufficiali specifici per Città: scelta incomprensibile), dall’Asp di Trapani e cioè di 58 casi di positività a Mazara del Vallo al covid-19 ed aggiungendo questi nuovi 16 casi complessivamente dovrebbero essere 74 i positivi in Città.

Purtroppo l’Asp (alla quale abbiamo chiesto) non fornisce il numero dei guariti e i casi di ricovero (in terapia intensiva e non) per singola città; al Comune fornito solo il dato relativo ai positivi. La completezza dei dati, considerando i guariti sul numero complessivo dei casi positivi, fornirebbe una “fotografia” esatta sull’andamento del contagio da covid-19 nel territorio comunale. Abbiamo appreso che positivi al coronavirus sarebbero anche due medici operanti nel reparto covid19 allestito presso l’ospedale “A.

Ajello” di Mazara del Vallo. La notizia circolata qualche giorno fa avrebbe trovato conferma. Si tratta di un uomo ed una donna che circa otto giorni fa a seguito dell’avvertimento dei primi sintomi hanno effettuato il tampone risultando entrambi positivi. Immediatamente si sono messi in isolamento: stanno bene, non avrebbero particolari problemi; questo è quanto riscontrato in gran parte dei cittadini risultati positivi. I due operatori sanitari rimangono in attesa, trascorsa la quarantena, per effettuare il tampone e qualora questo negativo ritorneranno ad operare nello stesso reparto al secondo piano del nosocomio mazarese.

Francesco Mezzapelle

In evidenza