Maltese: «Continuano le azioni farlocche della sindaca Toscano»

Dito puntato contro la sindaca sul polo universitario.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
05 Maggio 2022 11:21
Maltese: «Continuano le azioni farlocche della sindaca Toscano»

Accuse da parte dell'avvocato Vincenzo Maltese contro la sindaca di Erice Daniela Toscano. Il candidato della lista Fronte Comune a supporto della candidata Silvana Catalano, tramite una nota, verte sulla tematica del polo universitario. «Non più di 3 settimane fa, nel corso di un confronto televisivo con il vicesindaco di Erice, arch. Mauro, ebbi modo di denunciare l'immobilismo dell'amministrazione Toscano anche sul fronte Università. In 15 anni questa Amministrazione a guida Toscano/Tranchida, non ha mai aperto un confronto costruttivo in termini di ampliamento dell'offerta formativa e specialistica del polo di Trapani.

Esprimevo l'idea anche di un dialogo tra pubblico e privato (tra cui la fondazione Ettore Majorana) anche per valorizzare il centro storico con la presenza di studenti universitari. Nel corso di questi anni - si legge - l'amministrazione Tranchida ha semmai tentato di "azzoppare" il Polo togliendo il maxi contributo di 100.000 euro che il Comune versa nella qualità di socio. Un'azione scellerata che portò ad un contenzioso perso nei due gradi di giudizio e un esborso di migliaia di euro che oggi grava sulle casse comunali in danno quindi dei contribuenti ericini.

Ebbene, dopo le polemiche espresse in quella trasmissione, lascia perplessi la notizia oggi del confronto sinergico (come il sottoscritto aveva lamentato in termini di immobilismo) avviato con la Fondazione E. Majorana e il presidente del Polo universitario di Palermo - sede di Trapani».«Questo conferma due cose: la prima che avevo ragione nel denunciare l'assenza di confronto per avviare un piano di sviluppo formativo nella nostra provincia. La seconda, che questa Sindaca sta continuando a fare promesse "farlocche" ad un mese dal voto dimostrando pertanto di non essere più credibile!».

In evidenza