Isole Egadi e criticità: tra dragaggio e orari collegamenti marittimi

Un incontro tra l’assessore regionale Marco Falcone e gli amministratori di Favignana ha messo su carta alcuni temi

Pietro
Pietro Vultaggio
29 Novembre 2021 19:28
Isole Egadi e criticità: tra dragaggio e orari collegamenti marittimi

Vivere le Isole Minori 365 giorni l’anno è spesso una scelta ardua perché le criticità sono dietro l’angolo. Lo scorso 4 novembre il vicesindaco Francesco Sammartano e l’assessore ai Trasporti Vito Vaccaro del Comune di Favignana – Isole Egadi hanno incontrato l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Siciliana Marco Falcone per confrontarsi su quelle che l’Amministrazione ritiene delle serie criticità, presenti nel nuovo bando per i servizi pubblici di trasporto marittimo di passeggeri.

Sostanzialmente, gli amministratori hanno chiesto di rivedere il bando prima dell’aggiudicazione, fermo restando i principi di flessibilità evidenziati dall’ingegnere Marco Foti che dovrebbero consentire, anche successivamente, ulteriori aggiustamenti. Punti sottolineati dall’assessore Vaccaro: “Sussiste la necessità di estendere le agevolazioni tariffarie ad altre categorie di viaggiatori, come i nativi non residenti, i proprietari di case, coloro che prestano attività lavorativa sulle isole, con particolare riguardo agli operatori sanitari, agli appartenenti alle forze dell’ordine, agli insegnanti, ridefinendo la durata delle tessere che prevedono tali agevolazioni”.

“Ed ancora - continua Vaccaro - il ripristino dei viaggi diretti da Marsala a Marettimo e viceversa e del viaggio delle 19.30 da Trapani per Favignana e Levanzo nel periodo invernale (presenti nel precedente bando), il ripristino del viaggio domenicale delle 17.00 del traghetto per Favignana nel periodo invernale (offerto fino al 31/10/2021), l’anticipazione di 45 minuti, nel periodo che va almeno dal 1° maggio al 30 settembre, delle partenze mattinali da Trapani per Favignana delle navi, onde consentire la consegna delle merci agli esercizi commerciali operanti nel centro storico nelle prime ore del mattino, l’adeguamento delle unità veloci per il trasporto di piccoli quantità di prodotti alimentari refrigerati e la previsione, fino ad un’ora prima della partenza delle unità veloci (nel periodo estivo), di riserva di 30 posti per i residenti sulle isole, per le forze dell’ordine e il personale sanitario”.

Problemi di carattere reale, per chi vive la quotidianità e la tocca con mano. Il vicesindaco Sammartano, invece, evidenzia alcuni problemi infrastrutturali: “La sostituzione dell’attuale sistema di ormeggio presente nel molo ‘Genitivo’ del porto di Favignana per gli aliscafi con un modello di passerella simile a quello che per anni ha garantito l’ormeggio anche con un po’ di risacca nel periodo invernale. Ma anche il dragaggio del canale di avvicinamento e del punto di ormeggio delle unità veloci nello Scalo Nuovo di Marettimo, problematica che, per motivi di sicurezza della navigazione, ha costretto la Capitaneria di porto di Trapani a limitare l’operatività delle unità navali”.

In evidenza