"I musei sommersi di Sebastiano Tusa", incontro alla Lega Navale di Trapani

Nel corso dell'evento si è parlato dei lavori e progetti realizzati dal noto archeologo scomparso pochi anni fa

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
16 Giugno 2022 12:15

Si è tenuto ieri pomeriggio presso la terrazza della Lega Navale di Trapani, un incontro dedicato al mondo sommerso e ai lavori e progetti realizzati da Sebastiano Tusa noto archeologo, scomparso pochi anni fa e innamorato del suo lavoro e della Sua Sicilia. L'evento è stato organizzato dall'associazione Tempo Reale presieduta da Danilo Gianformaggio, in collaborazione con Free Divers diving Center di Trapani dalla Fondazione Sebastiano Tusa, la Lega navale di Trapani e la secione di Trapani di Legambiente.

L'incontro ha messo in risalto l'attività subacquea con l'intervento di Nino Calamia Responsabile Archeo Camp "Free Divers" e con l'intervento di Valeria Li Vigni Tusa in cui ha raccontato gran parte dei progetti realizzati da Tusa in giro per la Sicilia e le possibilità che il mare di Trapani e delle Egadi possa offrire a tutti i subacquei che desiderano conoscere e esplorare.le sue profondità."Con l'evento di oggi - commenta Danilo Gianformaggio Presidente Tempo Reale - vogliamo portare all'attenzione l'importanza del mare per la città di Trapani, realizzando dei nuovi punti di immersione dove si possano ammirare i reperti archeologici che il mare custodisce in profondità e successivamente realizzando in collaborazione con la fondazione Tusa dei corsi specifici a Trapani".

"Sono molto contenta di questo momento condiviso con gli amici trapanesi - dichiara Valeria Li Vigni Tusa, Presidente Fondazione Tusa - e sono sicura che da oggi potranno nascere nuovi progetti e nuove opportunità in cui da sempre Sebastiano credeva si potessero realizzare a nel mare di Trapani".

Entusiasta dell'evento anche Sara Menegatti, responsabile diFree Divers Sicilia che ha affermato: "Siamo entusiasti di questo evento, perchè crediamo fortemente che la subacquea e le ricerche subacquee nel mare di Trapani trovino il posto idealeper realizzarle attraverso dei corsi Padi che a breve partiranno.

La Lega navale è vicina a chi conosce il mare e ne sà cogliere le sue immensità - ha affermato il presidente Di Vita-  pertanto da oggi siamo felici che insieme agli organizzatori dell'incontropossano nascere altre attività inerenti alla cultura marinara e alle immersioni". Dello stesso parere anche Enzo Martinez, presidente Legambiente Trapani: "Siamo felici che si sia realizzato questo evento a Trapani e che punti alla valorizzazione del mare nel pieno rispetto dell'ambiante".

In evidenza