Covid, vaccini anche in farmacia. Arriva l’ok del ministro Speranza

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
30 Marzo 2021 00:37
Covid, vaccini anche in farmacia. Arriva l’ok del ministro Speranza

Arriva il via libera alle vaccinazioni anti Covid nelle farmacie. Lo prevede l’Accordo quadro tra governo, regioni-ppaa, Federfarma e Assofarm. La conferma arriva anche dal ministro della Salute Roberto Speranza che ha dichiarato: «Ho appena firmato il protocollo con regioni e farmacisti per far partire in sicurezza le vaccinazioni Covid nelle farmacie del nostro Paese. La campagna di vaccinazione è la vera chiave per chiudere questa stagione così difficile - prosegue il ministro -. Facciamo un altro importante passo avanti per renderla più veloce e capillare». Le farmacie italiane sono quindi chiamate a diventare centri di somministrazione dei vaccini anti-Covid.

 Sono oltre 19.000 quelle, pubbliche e private, nella Penisola con circa 70 mila operatori pronti a dare il loro contributo dopo aver frequentato un corso di formazione realizzato dall’Istituto superiore di sanità. L’Accordo, firmato ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza, definisce la cornice nazionale e le modalità per il coinvolgimento, su base volontaria, dei farmacisti nella campagna di vaccinazione nazionale anti SARS-CoV-2. Prenotazioni ed esecuzioni dei vaccini verranno eseguite dalle farmacie «secondo i programmi di individuazione della popolazione target previamente definiti dalle autorità e seguendo i criteri di priorità».

Anche in Sicilia il governo schiera le farmacie nella lotta al Covid: affiancheranno gli hub per recuperare terreno nella campagna di vaccinazione. Tutto, però, è ancora in via di definizione. Servirà almeno un mese, 4-5 settimane, prima dell'effettivo avvio, in attesa del protocollo operativo nazionale e poi i farmacisti dovranno seguire un corso specifico. La scelta dei locali dipenderà dalla tipologia degli ambienti, ma si potrà effettuare anche all'esterno in gazebo appositamente allestiti.

Il vaccino verrà somministrato esclusivamente previa acquisizione del consenso informato attraverso la compilazione della scheda per la valutazione dell’idoneità/inidoneità del soggetto a sottoporsi alla somministrazione vaccinale. Spetterà alle Aziende sanitarie locali territorialmente competenti l’onere della distribuzione delle dosi vaccinali alle farmacie aderenti alla campagna vaccinale, per la successiva inoculazione a favore della popolazione.

In evidenza