Concorso Polizia Municipale Trapani, l’Ugl chiede ulteriore rettifica del bando

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
30 Marzo 2021 00:01
Concorso Polizia Municipale Trapani, l’Ugl chiede ulteriore rettifica del bando

L’ugl interviene, ancora un volta, chiedendo al comune di Trapani la rettifica della procedura selettiva pubblica per la stipula di n. 6 contratti di formazione lavoro della durata di un anno categoria “C1” profilo professionale “ISTRUTTORE DI POLIZIA MUNICIPALE”. Oggetto della richiesta riguarda sempre il requisito del possesso della patente “A’ di cui l’organizzazione sindacale, già nei mesi scorsi, aveva richiesto rettifica in quanto il requisito taglierebbe fuori i partecipanti di età inferiore ai 20 anni (ricordiamo che per conseguire, a norma del codice della strada, la patente di categoria “A” è necessario aver compiuto anni 24, il limite può scendere a 20 anni a patto di essere titolari di patente A2 da almeno 2 anni).

A seguito della richiesta del sindacato, l’amministrazione comunale - attraverso una nota stampa- aveva fatto sapere di aver chiesto agli uffici di valutare la possibilità di correggere alcune presunte incongruenze del bando e si era provveduto ad escludere tra i requisiti di partecipazione qualsivoglia tipologia di patente “A” e prevedendo tra i titoli valutabili il diploma, che per mero errore non era stato inserito nell’originario bando. Ma l’Ugl - attraverso un comunicato - sottolinea che il Comune di Trapani con la determina dirigenziale n.

76 dal 19/01/2021 ha rettificato il bando cassando l’intera lett. d) del comma 1 dell’art. 2. "Sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 26 febbraio 2021 - si legge nel comunicato dell'organizzazione sindacale- viene pubblicata la rettifica e proroga dei termini del concorso, riportando che il bando modificato è pubblicato all’albo pretorio dell’ente e sul sito internet. Su quest'ultimo, però, viene riportato uno schema di domanda di partecipazione con indicato ancora il requisito del possesso della patente di guida cat.

“A”. “Tale circostanza- si legge- sta creando e ha creato molta confusione, in quanto la platea dei partecipanti tutt’ora non ha chiaro se il requisito circa il possesso della patente di guida di cat. “A”, sia stato effettivamente cassato o meno. Infine, la richiesta della conoscenza della lingua inglese livello B1 certificata si ritiene che non debba essere requisito essenziale bensì eventualmente titolo preferenziale valutabile”. Pertanto, l’organizzazione sindacale chiede di procedere alle dovute verifiche al fine di procedere alle relative rettifiche.

In evidenza