​Castellammare del Golfo, si è dimesso l’assessore Vincenzo Abate

«Sopravvenuti impegni professionali», questa la motivazione dell’ex assessore

Pietro
Pietro Vultaggio
31 Agosto 2021 19:28
​Castellammare del Golfo, si è dimesso l’assessore Vincenzo Abate

L’assessore all’Ambiente e Attività produttive Vincenzo Abate, nominato nel 2019, si è dimesso. «Lascio per sopravvenuti impegni professionali. Ringrazio tutti i colleghi della Giunta, ed in modo particolare il Sindaco Nicola Rizzo, per la fiducia accordatami affidandomi un ruolo di così grande responsabilità e, parimenti, per il sostegno che ha sempre contraddistinto il rapporto di collaborazione. Grazie ai dirigenti e dipendenti del Comune di Castellammare del Golfo, per l'impegno profuso nell'assolvimento delle loro mansioni e per la disponibilità che ha, sin dal primo giorno, connotato i nostri rapporti”. Nel frattempo il sindaco Nicolò Rizzo ha già redistribuito le deleghe per procedere senza pause con l’attività amministrativa comunale: «Ringrazio l’avvocato Abate per il lavoro svolto in giunta in questi due anni, augurandogli traguardi di sempre maggiore rilievo». Confermando gli altri 4 assessori, il sindaco Nicolò Rizzo ha già riassegnato le deleghe: il vicesindaco Giuseppe Cruciata, oltre alle deleghe al Bilancio e Tributi, Risorse Umane, Urbanistica ed Edilizia Privata e Servizi Demografici, si occuperà anche di Attività Produttive. L’assessore Maria Tesè continuerà ad occuparsi di Politiche Giovanili, Turismo, Spettacolo e Cultura ed anche di Sport. L’assessore Leonardo d’Angelo che ha le deleghe all'Agricoltura e pesca, Protezione Civile, manutenzione strade, manutenzione rete idrica e fognaria, verde Pubblico e Arredo Urbano.

L’assessore Emanuela Scuto oltre ai Servizi Sociali, Pubblica Istruzione, Sport ed Informatizzazione e digitalizzazione, si occuperà anche di Legalità, Contenzioso e Rapporti Legali. Deleghe alla Sicurezza Pubblica, Viabilità e Polizia municipale, con le Pari Opportunità e Lavori pubblici, mantenute dallo stesso sindaco Nicolò Rizzo.

In evidenza