Antonio Ribisi La Spina sul set della serie tv “Makari”

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
16 Settembre 2020 16:23
Antonio Ribisi La Spina sul set della serie tv “Makari”

Da alcune settimane la provincia di Trapani e le sue bellezze sono protagoniste delle riprese della nuova serie tv per Rai 1 dal titolo “Makari”. In una delle quattro puntate avremo modo di vedere anche il maestro Antonio Ribisi La Spina, attore e direttore, a Trapani, della scuola di Cinema e Teatro  “Lee Strasberg”. “Sono orgoglioso- afferma Ribisi La Spina- di prendere parte alla realizzazione di qualcosa che valorizzi il territorio della provincia di Trapani che considero la mia seconda casa.

A Trapani presso il Teatro Don Bosco, (da due anni e ci avviciniamo al terzo), dirigo ed insegno nella Scuola di Cinema e Teatro “Lee Strasbeg” ed uno degli allievi è stato anche lui selezionato per un piccolo ruolo; quest’anno si era dato vita alla Stagione Teatrale “Depranon 2020” che si è dovuta interrompere causa il Covid19;  a Valderice nell’Estate del 2019 ho diretto la rassegna “Pirandello a Valderice” ed il pubblico presente ha sempre mostrato di approvare le mie scelte; sempre a Valderice ho tenuto un laboratorio trimestrale riservato alle Compagnie amatoriali del territorio conclusosi con un Saggio finale apprezzato sia dal Pubblico che dall’Amministrazione Comunale”. Ci racconti un po' come si è trovato e com’è andata sul set “Non è stato certo facile ma io amo confrontarmi con colleghi di grande valore e vivere il set mi ha fatto capire che uscirà fuori un lavoro di qualità.

Per il ruolo che mi è stato affidato, l’iter è stato piuttosto lungo: il primo provino risale al 29 gennaio; poi, dopo l’approvazione del regista, è stato sottoposto alla RAI; quindi mi è stato chiesto di ripeterlo in abiti il più vicino possibile a quelli di scena e, per prepararlo, sono stato in diretto costante contatto con chi ha curato il casting anche per ciò che riguarda il look trucco e parrucco. Trattandosi – prosegue- non di un ruolo di primo piano se questo è stato l’iter per la selezione immagino l’attenzione e la dedizione per i ruoli maggiori e per tutti i dettagli.

Insomma, una produzione che non lascia nulla al caso. Progetti per il futuro? “I progetti sono tanti, chiaramente c’è da fare i conti con le Amministrazioni Comunali che sono sì sensibili alle varie proposte culturali ma che hanno anche loro qualcosa con cui fare i conti, i soldi in cassa che, troppo spesso,mancano nei capitoli di spesa dedicati”

In evidenza