Aeroporto Trapani Birgi, dati incoraggianti e margini di crescita reali

Questi i dati: +157% rispetto al 2020, + 27% rispetto allo stesso periodo del 2019 e +16% vs 2018

Pietro
Pietro Vultaggio
25 Novembre 2021 12:28
Aeroporto Trapani Birgi, dati incoraggianti e margini di crescita reali

“La Summer 2021 dell'aeroporto Vincenzo Florio si è conclusa con 325.119 passeggeri, registrando una percentuale di crescita esponenziale rispetto agli ultimi tre anni, +157% rispetto al 2020, + 27% rispetto allo stesso periodo del 2019 e +16% vs 2018. Sono numeri che sanno di un ritorno al passato con una crescita che si estende alla programmazione dei voli ed al traffico di movimenti che ci riporta indietro al 2017, prima dell’inizio dei problemi che hanno minacciato l’esistenza nel nostro scalo.

Le analisi statistiche da giugno ad ottobre restituiscono, percentuali di crescita ancora più alte rispetto ai valori sopra indicati, visto che lo scalo ha ripreso la normale attività solo al cessare delle restrizioni dovute alla pandemia di Covid 19 in atto. Nello specifico, si registra +44% di passeggeri e 30% dei voli rispetto al 2018; + 54% dei passeggeri e 44% dei voli rispetto al 2019 e +138% dei passeggeri e il 94% dei movimenti rispetto al 2020”, a dirlo è Salvatore Ombra, numero uno della società di gestione dell’aeroporto Vincenzo Florio, Airgest.

Lo abbiamo contattato per chiedere: Cosa e dove migliorare ancora per ‘volare sempre più in alto’? “Per volare sempre più in alto, ci vuole un crescente coordinamento nel territorio. Bisogna credere tutti allo stesso modo che solo una sana e fattiva sinergia di intenti può far volare in alto i nostri obiettivi. Ribadisco, come già fatto in passato, non è soltanto il numero di rotte che fa grande uno scalo e un territorio, bensì tutte le attività di comunicazione sinergica che aiutano a rendere attrattiva ed appetibile una destinazione”.

Ci saranno nuove rotte e nuove compagnie nel prossimo futuro? Avete già preso contatti? “L’incremento delle tratte è l’obiettivo in un lavoro incessante mai del tutto compiuto. Nel senso che qualsiasi proposta e qualsiasi nuovo vettore sono e saranno sempre oggetto di attenta e ponderata valutazione. Tuttavia, come già detto, non sono solo le rotte la chiave dello sviluppo, che deve necessariamente passare attraverso una convinta sinergia strategica in cui i protagonisti sono i comuni. L’obiettivo è quello di passare da una logica di “push” ad una di “pull”, in cui sono i territori, con quello che sanno esprimere, a diventare attrattivi.

Ma lì l’aeroporto può solo svolgere una attività di coordinamento su un piano di rilancio in cui gli attori principali sono altri”.

In evidenza