Aeroporto Birgi, sit-in di protesta davanti prefettura. Vi è una soluzione pro-tempore

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
02 Marzo 2018 21:58

Si è svolto questo pomeriggio, davanti la prefettura di Trapani, il sit in di protesta organizzato dal comitato per la salvaguardia e il monitoraggio dell’aeroporto di Birgi. Tra i presenti anche i sindaci di Erice e Favignana, Danierla Toscano e Giuseppe Pagoto, e il presidente del consiglio comunale della vetta, Giacomo Tranchida. A prendere la parola, per informare tutti gli intervenuti sulla situazione in cui versa lo scalo di Birgi, è stato Luca Sciacchitano del comitato organizzato, che dopo ha passato la parola al sindaco di Favignana, Pagoto, in qualità di presidente del Distretto Turistico della Sicilia Occidentale e al sindaco di Erice, Daniela Toscano.

La soluzione proposta, per salvare la stagione turistica già compromessa, è quella di procedere con il piano straordinario di promozione turistica del territorio. Attingendo ai 2.500.000 di euro che si trovano nelle casse del Libero consorzio Comunale sommati al 1.250.000 messi a disposizione da alcuni dei comuni, si potrebbe procedere alla stipula di un accordo di promozione turistica del territorio di Trapani con AMS, società che cura il marketing per Ryanair. In questo modo, la compagnia irlandese potrebbe aumentare il numero delle tratte sullo scalo di Birgi,  in attesa della sottoscrizione del nuovo bando di Airgest.

Claudia Parrinello

In evidenza
Ti potrebbe interessare