«Situazione del cimitero inaccettabile», Gioventù Nazionale contro Tranchida

La nota dei militanti del movimento giovanile di Fratelli d'Italia scrive al primo cittadino di Trapani.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
11 Maggio 2021 11:36
«Situazione del cimitero inaccettabile», Gioventù Nazionale contro Tranchida

I militanti trapanesi di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d'Italia, scrivono al sindaco della pessima situazione in cui versa il cimitero di Trapani. «Da quando abbiamo smesso di rispettare i morti? Dopo diverse segnalazioni, - dichiara Michele Ritondo, portavoce provinciale di GN - i nostri militanti hanno fatto un sopralluogo al cimitero di Trapani. Considerando il grande interesse dell'amministrazione e del sindaco al rispetto, condivisibile, della figura di Elda Pucci tanto da rinominare lo storico Viale delle Sirene, riteniamo che l’amministrazione debba prima occuparsi delle necessità del territorio.

La situazione del cimitero trapanese è inaccettabile ma, a quanto pare, non tutti i morti danno la stessa visibilità agli interessati. Spazzatura ovunque, cassonetti traboccanti e totale libertà per le erbacce di crescere. Questo è quello che abbiamo visto al cimitero di Trapani. Tombe di trapanesi, morti anche durante la guerra, totalmente disastrate e abbandonate alle intemperie. Uno stato indecoroso quello in cui versa l'unica realtà in cui possiamo omaggiare i nostri cari defunti. Il rispetto per i morti e la tutela del posto in cui riposano le nostre radici, sono alla base della civiltà occidentale!».

«Con una pec all'amministrazione - dichiara David Di Bono, portavoce di GN per Trapani Erice - Non nascondiamo il nostro disappunto ed invitiamo chi di competenza ad operarsi per mantenere lo stato del luogo, anche sulla presenza dell'acqua corrente, a volte mancante durante l'orario d'apertura. Ci auguriamo si possano risolvere anche i problemi relativi agli spazi e conseguentemente all'attesa in deposito di alcune salme che aspettano di ricevere un posto assegnato. Inoltre, relativamente ad altre segnalazioni ricevute riguardanti piccoli episodi di furto, invitiamo ad intensificare i controlli riguardanti l'ordine e la sicurezza all'interno del perimetro cimiteriale».Nota stampa

In evidenza