San Vito Lo Capo, l’1 settembre un “Mediterraneo di Pace”

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
29 Agosto 2019 12:23
San Vito Lo Capo, l’1 settembre un “Mediterraneo di Pace”

Un lungo tavolo fatto di sapori, colori, esperienze e incontri per parlare di ambiente, «cura della casa comune», e migrazioni climatiche. Con una una tavolata multietnica si aprirà, l'1 settembre a Piazza Santuario, l'iniziativa «Un Mediterraneo di Pace». La tavolata, grazie al contributo della Cgil, sarà plastic free. L’appuntamento è previsto per le 19, e sarà presente anche un’area giochi per bambini. L'iniziativa corale e trasversale che ha ottenuto, tra l'altro, il patrocinio del Comune di San Vito Lo Capo, è stata avviata da un gruppo di amici con sensibilità comuni, e si è presto allargata fino ad abbracciare enti, diocesi, associazioni, circoli e realtà associative di vario genere, chef, istituti scolastici, testate giornalistiche, professionisti della ristorazione, del turismo e dell’accoglienza, tutti uniti all'insegna del motto «Ciò che la paura divide, la cultura unisce».

L'evento costituirà un'occasione di confronto che si caratterizzerà per gli interventi e le testimonianze aventi quale denominatore comune l'umanità e il rispetto dei diritti umani. Gli ospiti del talk show condotto da Giacomo Pilati saranno: Pietro Bartolo europarlamentare e già medico a Lampedusa, Alfio Mannino segretario regionale della Cgil, Carlo Giarratano dell’equipaggio di Sciacca che ha salvato i migranti, Salvatore Agueci tutore dei minori migranti non accompagnati, Sheila Meluso di Sicilia Ambiente e Mediterranea, Francesca Messina delegata diocesana per l’ecumenismo e il dialogo, e Francesco Macaluso Imam di Palermo.

La serata proseguirà con la musica dei Tre Terzi e il djset di Zak Radio. Vito Campo

In evidenza
Ti potrebbe interessare