Mazara Calcio, la cordata mazarese che appare e scompare….. Franzone incontra il sindaco Quinci e l’assessore allo Sport Billardello.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
20 Luglio 2019 10:27
Mazara Calcio, la cordata mazarese che appare e scompare….. Franzone incontra il sindaco Quinci e l’assessore allo Sport Billardello.

Sembrava che tutto questa volta potesse volgere a buon fine ed invece, a quanto sembra, per le sorti del Mazara Calcio è nuovamente tutto appeso ad un filo. Infatti nelle ultime ore pare che la nuova e tanto sognata cordata di imprenditori mazaresi, che ruota intorno a Dino Di Giovanni, si sarebbe tirata indietro dall’acquisto della Società canarina. Nel frattempo l’attuale presidente, il commercialista palermitano Filippo Franzone, ieri prima della scadenza, ha iscritto online la squadra la prossimo Campionato di Eccellenza.

Successivamente lo stesso si è recato a palazzo dei Carmelitani per incontrare il sindaco Salvatore Quinci e l’assessore allo Sport Vito Billardello che in questi giorni si erano occupati del “dossier Mazara Calcio” promuovendo la sinergia fra i rappresentanti della nuova cordata. Il fine dell’incontro fra Franzone e l’Amministrazione Quinci (vedi foto copertina) è stato quello di effettuare una attenta analisi dell’attuale situazione societaria, su questa infatti potrebbe essere saltato l’accordo fra Franzone ed il gruppo di imprenditori guidati da Dino Di Giovanni e composto da rappresentanti del settore ittico ed edile; chissà che qualcosa non abbia convinto gli stessi imprenditori, oppure che da entrambi le parti ci sia stato un rialzo della posta per ricavarne maggiori benefici nella trattativa di vendita/acquisto della società gialloblù.

Probabilmente, quello intorno a Dino Di Giovanni e soci dovrebbe essere stato il gruppo che in settimana, avrebbe detto “no” alla possibilità di un ritorno a capo della Società canarina dell'avvocato palermitano Salvatore Modica. Adesso sembra che,  a seguito della “fumata nera”, Di Giovanni & Co per l'acquisto del Mazara Calcio,  siano ritornati al loro progetto iniziale, cioè ripartire dal campionato di Promozione con un nuovo titolo proveniente dalla città di Salemi. Non è escluso che questo scenario potrebbe far scattare il cosiddetto “Piano B” da parte del nuovo sodalizio della S.C.

Mazarese composto da Giuseppe e Giampiero Giacalone i quali, attraverso una conferenza stampa (vedi foto n.2) due giorni fa, avevano annunciato la propria disponibilità ad effettuare una richiesta di iscrizione al campionato di Promozione e nel frattempo di voler far partire la squadra giallorossa dalla Prima Categoria con un progetto  basato sullo zoccolo duro della formazione , su un allenatore mazarese di origine e sulla possibilità di giocare la domenica anzichè sabato le partite di Campionato.

 Il “Piano B” prevedeva l’acquisto del Mazara Calcio in extremis nel caso che le cose per il futuro della prima squadra cittadina si fossero messe male, poi però vi era stato l'interessamento del gruppo di Di Giovanni. Probabile pertanto che a questo punto Giampiero e Giuseppe Giacalone procedano invece dritti con il loro ambizioso progetto legato alla S.C. Mazarese. Pertanto nonostante l’iscrizione per il Mazara Calcio è bis da capo con grande preoccupazione dei tifosi e chissà che alla fine gli stessi tifosi non rimpiangano l’uscita di scena, ancor prima di sedersi al tavolo della trattativa, l’avv.

Modica; preoccupazione per gli ultimi sviluppi, attraverso la propria pagina facebook, sono stati espressi anche dall’ex dirigente gialloblù Gerolamo Di Giovanni uno dei promotori di un ritorno (era già stato presidente negli anni scorsi) dell’avv. Modica. Non si sa a questo punto come finirà, si confida nella speranza che, il prossimo mese di dicembre (qualora qualcuno riuscisse a pagare l’iscrizione e a formare la squadra per il Campionato) non ci si ritrovi ancora con in mano i cocci dell’ennesima stagione partita fra mille promesse per poi di colpo incenerire l’entusiasmo di tanti appassionati.

Francesco Mezzapelle

In evidenza