Mazara, bagnino ivoriano ferma un ladro in spiaggia, in un lido di Tonnarella.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
29 Luglio 2019 19:18
Mazara, bagnino ivoriano ferma un ladro in spiaggia, in un lido di Tonnarella.

La sua prestanza atletica e la capacità di corsa che sfrutta quando gioca a calcio, in attacco, con i colori giallorossi della S.C. Mazarese hanno permesso al giovane ivoriano Mamadì Saraman Konate di compiere quest'oggi un autentico inseguimento dall'esito positivo tipico di un film americano d'azione. Il fatto si è verificato oggi, intorno alle 13.30 presso la spiaggia di Tonnarella, ed in particolare presso il Lido "La Sirenetta" dove "Mamadì" -come affettuosamente chiamato- lavora come bagnino durante la stagione estiva.

Ad essere bloccato dal 19enne originario della Costa d'Avorio è stato un cittadino mazarese, già conosciuto alle forze dell’ordine, intento a rovistare tra gli effetti personali dei bagnanti. L'uomo, sulla trentina, con fare indifferente si era intrufolato tra gli ombrelloni dello stesso Lido approfittando del momentaneo allontanamento dei bagnanti, per tentare di impossessarsi di una borsa. Ad accorgersi della sua presenza sospetta è stato proprio Mamadì. L'uomo ha tentato la fuga ma nulla ha potuto contro la velocita' del giovane attaccante che lo bloccato dopo pochi secondi.

Di lì a poco sono intervenuti i Carabinieri, ai quali lo stesso Mamadì consegnava il malvivente che già nei giorni scorsi aveva compiuto dei furti in altri lidi viciniori. A quanto pare all'interno del motorino (probababilmente rubato) del malvivente è stata ritrovata parte del malloppo di precedente refurtiva Questa volta però allo stesso è andata male. I proprietari della borsa hanno ringraziato Mamadì per aver sventato il furto, complimenti al giovane ivoriano per il suo tempestivo intervento anche dai militari dell'Arma, da tutta la comunità che lo ospita e dai proprietari del lido La Sirenetta, i quali da alcuni anni hanno inserito tra il personale due giovani extracomunitari, che hanno dimostrato di essere sempre ligi al loro lavoro; verso i due giovani si è subito creato un perfetto attaccamento, non solo professionale, ormai integrati nello staff del lido come all’interno di una bella famiglia.

Francesco Mezzapelle

In evidenza