"Mai più chiusi", a San Vito Lo Capo protesta del settore della ristorazione

Appuntamento domani mattina in Piazza Santuario. La manifestazione è organizzata Ras.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
27 Aprile 2021 15:24

"Mai più chiusi" è il flash mob organizzato da Ras (Ristoratori Associati Sanvitesi) che si terrà domani 28 Aprile alle 10 in Piazza Santuario a San Vito Lo Capo. Si manifesterà tutto il dissenso contro l'ultimo decreto del Governo Draghi, visto da tutta la categoria del settore assolutamente insufficiente a permettere una concreta ripartenza della ristorazione. Infatti, ciò che viene criticato fortemente è essenzialmente:

1) l'impossibilità per alcuni ristoranti di aprire perché non dotati di tavoli esterni;

2) il continuo collegamento delle aperture dei ristoranti al colore della Regione che determina una discontinuità lavorativa che aggrava la già difficile situazione del comparto;

3) il mantenimento del coprifuoco che limita fortemente la libertà delle persone e scoraggia anche i flussi turistici, che vengono dirottati verso destinazioni che hanno già abolito il coprifuoco.

«Abbiamo sentito la necessità di organizzare questa manifestazione a San Vito Lo Capo - ha dichiarato Rocco Pace presidente di RAS - per mantenere alta l'attenzione su un problema reale e per sottolineare che anche le attività delle località turistiche-balneari, che magari lavorano principalmente con i tavoli all'aperto sono vicine ai colleghi e contrarie a questo nuovo decreto che ritengo solo un'altra mortificazione della nostra categoria».

Ogni partecipante porterà un tavolo, come simbolo di una categoria messa in ginocchio dalla crisi legata alla Pandemia, e che ormai è arrivata allo stremo delle forze.

Altre associazioni della provincia parteciperanno al flash mob, come APCPTP (Associazione provinciale cuochi e pasticceri), ART (Associazione Ristoratori Trapanesi), AOTS (Associazione Operatori Turistici San Vito Lo Capo), Mio Sicilia e Federalberghi.

«È molto importante essere presenti e uniti in un momento tanto drammatico per il nostro settore - ha dichiarato Rosi Napoli Presidente di Art - Nessuno deve essere lasciato indietro e tutti dobbiamo continuare a combattere per le nostre attività e il nostro futuro».

In evidenza