L'amore ai tempi dei social network

Nuovo articolo a cura degli studenti del "Rosina Salvo" di Trapani

Emanuele
Emanuele Barbara
03 Aprile 2021 10:19
L'amore ai tempi dei social network

I social network fanno ormai parte della nostra quotidianità e alcune persone ne sono diventate letteralmente dipendenti. I social rappresentano uno strumento di innovazione sociale, servono a scambiarsi opinioni e informazioni, ma troppo spesso vengono usati senza una totale consapevolezza dei rischi che comportano.La tecnologia si evolve ogni giorno e con lei i modi di comunicazione e interazione, il lato positivo è che i social e internet hanno quasi annullato le distanze tra le persone; adesso siamo in grado di comunicare, attraverso i messaggi, chiamate o videochiamate, con persone fisicamente lontane.

Tuttavia i rapporti stanno diventando sempre più freddi, più virtuali e meno reali. Anche il concetto di amore e le relazioni stesse hanno subito dei cambiamenti notevoli, basti pensare che prima si aspettava con ansia una lettera da parte della persona amata, adesso, invece, le lettere sono state sostituite dagli sms, come se il continuo messaggiare valga più, o tanto quanto, un gesto reale, puro e vero al cento per cento. Per di più, con lo sviluppo dei social network, si sono approfondite le relazioni via chat, anche fra persone che non si sono mai viste realmente.

Allora la domanda sorge spontanea: “ Con quanta facilità ci si ama al giorno d’oggi? ” Un tempo si dovevano fare grandi gesti per ricevere un solo sguardo, mentre adesso basta solo un messaggio. Un’altra cosa sono le foto e i video che vengono postati giornalmente sui social. Più la coppia appare e si rende visibile e più viene ritenuta “coppia”. È giusto fare delle foto, per avere un bel ricordo, ma c’è davvero bisogno di postare ogni minima cosa sui social? È corretto credere che, nell’era dei social, una coppia possa essere ritenuta tale solo se condivisa sui social network?L’amore sta diventando esibizionista e l’unica cosa di cui ha bisogno, secondo il mio punto di vista, è la riservatezza.

Marika Piccione 2^ M

In evidenza
Ti potrebbe interessare