La trapanese Mariella Triolo alla guida di CNA Impresa Donna nazionale

Si tratta di un'imprenditrice del settore agroalimentare. E' stata eletta ieri a Roma.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
08 Ottobre 2021 14:56
La trapanese Mariella Triolo alla guida di CNA Impresa Donna nazionale

«CNA Impresa Donna vuole essere punto di riferimento e strumento di sostegno per le donne imprenditrici e per quelle che vogliono diventarlo. Siamo già al lavoro per cogliere al meglio le opportunità derivanti dal Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, che prevede ingenti risorse finanziarie a favore dell’imprenditoria femminile, e faremo di tutto per orientare le scelte politiche affinché si investa in strumenti e strutture sociali che possano consentire una migliore gestione del tempo lavoro famiglia».

Lo dichiara Mariella Triolo, imprenditrice trapanese del settore dell’agroalimentare, ancora emozionata per la sua elezione a Presidente nazionale di CNA Impresa Donna, avvenuta ieri a Roma all’Hotel Barcelò Aran Mantegna.

«L’incarico affidato alla Triolo- commentano il Presidente e il Segretario di CNA Trapani, Giuseppe Orlando e Francesco Cicala- rappresenta per noi un ulteriore riconoscimento al lavoro svolto dalla CNA locale e dalla CNA Sicilia negli ultimi anni, anni in cui tanto ci siamo spesi per favorire l’imprenditoria giovanile e femminile”. “Questa Presidenza- continuano- si traduce per noi nella grande opportunità di avere una valida rappresentante in grado di poter partecipare ai più importanti tavoli istituzionali nazionali e, quindi, possibilità di indirizzare le scelte di politica economica e di orientare gli investimenti previsti verso settori strategici che possano permettere un cambiamento di rotta positivo anche in Sicilia».

CNA Trapani fa, in particolare, riferimento al settore dell’agricoltura e a tutta la filiera dell’agroalimentare, che sfocia anche nel turismo e nell’artigianato.

In riferimento all’imprenditoria femminile, l’Organizzazione sottolinea che è già previsto per decreto un Fondo Impresa Donna con una dotazione finanziaria di 40 milioni di euro, e che altri 400 milioni di euro sono previsti nel PNRR a favore delle imprese al femminile, sia per quelle già esistenti che per quelle che saranno avviate.

«Abbiamo la grande opportunità- conclude la neo Presidente di CNA Impresa Donna, Mariella Triolo- di trasformare questa crisi in una possibilità di crescita e sviluppo. Cogliamola.

In evidenza