Festival Cinema Italiano, Clementino: «Prima volta a San Vito: è un paradiso»

Così il famoso rapper napoletano. A San Vito Lo Capo prosegue con successo la rassegna.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
11 Giugno 2021 00:05
Festival Cinema Italiano, Clementino: «Prima volta a San Vito: è un paradiso»

«Io vado lontano per scrivere, da Lisbona alle Hawaii, dagli Stati Uniti ad Amsterdam In Sicilia sono stato tante volte, a San Vito Lo Capo mai, e devo dire che è un paradiso. L’Italia ha dei paesaggi straordinari, nulla da invidiare agli altri Paesi». Così Clementino, rapper amatissimo dai teenagers e non solo, tra i protagonisti del film “Cobra non è” di Mauro Russo all’esordio in concorso alla seconda edizione del Festival del Cinema Italiano.

Prosegue con successo la manifestazione che vedrà il gran finale sabato 12. Folto anche il programma di oggi, venerdì 11. Alle ore 14.00, nella splendida cornice del Teatro Comunale di San Vito Lo Capo, prosegue la proiezione dei cortometraggi in concorso. Al pomeriggio, a partire dalle ore 15.00, proiezione di due documentari sull’ambiente: “Alberi” di Gabriele Donati e Silvia Girardi e “Padenti/Foresta” di Marco Antonio Pani. Alle 16.00 è la volta della prima tavola rotonda con la presentazione dei volumi: “Il giardino del Mediterraneo.

Storie e paesaggi da Omero all’Antropocene” di Giuseppe Barbera dell’Università di Palermo; “L’utilizzo delle tecnologie satellitari per la tutela delle foreste”, a cura di Marco Di Fonzo, comandante del Nucleo Informativo antincendio boschivo della Forestale; “I three talker; all’ascolto degli alberi” di Antonio Brunori della segreteria PEFC. Al termine, alle ore 17.30, tavola rotonda sul tema: “Il cinema e la Sicilia, una passione infinita”. A seguire focus su Film Commission.

Alle ore 20.00, presentazione della serata e incontro con il cast dei film. Alle ore 21.00 proiezione dei film: “Il buco in testa” di Antonio Capuano con Teresa Saponangelo, Tommaso Ragno, Francesco Di Leva, Vincenzo Modica, Gea Martire. In chiusura proiezione dell’opera prima “Rosa Pietra Stella” di Marcello Sannino con Ivana Lotito, Ludovica Nasti, Fabrizio Rongione, Imma Piro e Valentina Curatoli.

L’evento, organizzato da A&D Comunicazione, si tiene in presenza in piena sicurezza, nel rispetto delle normative anti Covid-19. Si avvale del patrocinio di: Ministero della Cultura (MiC), del Ministero dell’Ambiente, della Regione Sicilia, del Comune di San Vito Lo Capo, del Centro Sperimentale di Cinematografia e della Riserva Naturale dello Zingaro. Ed il sostegno del MiC, della Regione Sicilia e del Comune di San Vito Lo Capo. Tra gli sponsor della manifestazione: Eni, Parmigiano Reggiano, Albastar.es (compagnia aera partner del Festival), Airgest Aeroporti di Trapani, Buy Buy Sicily, Arà: è Sicilia, Abate Franca Alba Vini, Sacchi Gioielli - l’orafo artigiano che ha creato la “Stella d’argento”-; tra i media partner: Rai2, Rai Radio2, Sky TG24, Ciak magazine, Leblon Communication, Rai Radio Live, Coming Soon, Casa del cinema di Roma, Smile Vision, centromedia Camelot, Ciak si gira, Radio Marsala Centrale.

Il programma integrale del Festival è disponibile su https://festivaldelcinemaitaliano.com/

  • - prevede le seguenti proiezioni:

FILM IN CONCORSO

- I PREDATORI regia Pietro Castellitto (che ha appena ricevuto le nomination come Miglior regista esordiente e attore non protagonista (Massimo Popolizio)

- SI MUORE SOLO DA VIVI regia Alberto Rizzi

- ROSA PIETRA STELLA regia Marcello Sannino (nomination appena ricevuta ai Nastri d’argento come Miglior soggetto)

- COBRA NON È regia Mauro Russo

- COSA SARÀ regia Francesco Bruni (che ha appena ricevuto ai Nastri d’Argento le nomination come Miglior film, Miglior regia, sceneggiatura, attore protagonista (Kim Rossi Stuart), attrice non protagonista (Raffaella Lebbroroni)

- LA TRISTEZZA HA IL SONNO LEGGERO di Mario Marco De Notaris (che ha ricevuto proprio ieri ai Nastri d’argento due nomination come Miglior fotografia per Francesca Amitrano e come Miglior attrice commedia per Eugenia Costantini)

- IL BUCO IN TESTA regia Antonio Capuano (che ai Nastri D’argento ha appena ricevuto la Nomination come Miglior regia e Miglior attrice protagonista per Teresa Saponangelo)

- DIVORZIO A LAS VEGAS regia di Umberto Carteni

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO

Gas station di Olga Torrico

Il vestito di Maurizio Ravallese

Tutte le strade di Samuel di Marzo

Come un uovo nel radiatore di Davide Maria Valsecchi

Verdiana di Daniele Lince e Elena Beatrice

Pepitas di Alessandro Sampaoli

Fulmini e saette di Daniele Lince

La triste vita del mago di Francesco D’Antonio

Onululo di Iacopo Zanon L

Mr H di Giulio Neglia

Come a Micono di Alessandro Porzio

Being my mom di Jasmine Trinca

L’oro di famiglia di Emanuele Pisano

Il ritratto di Francesco Della Ventura

Houston avete un problema di Giancarlo Figuccio

DOCUMENTARI IN CONCORSO

IL POPOLO DEL CIPRESSO 50' di Giacomo Agnetti

DEFORESTAZIONE MADE IN ITALY 67' di Francesco De Augustinis

ALBERI 30' di GABRIELE DONATI, SILVIA GIRARDI

PADENTI / FORESTA 24' di Marco Antonio Pani

In evidenza