Covid, le scuole riaprono ad Erice ma a Paceco si temporeggia

Ad Erice si torna tra i banchi domani. Il Sindaco di Paceco, invece, ha emesso la chiusura fino a venerdì.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
12 Gennaio 2022 19:51
Covid, le scuole riaprono ad Erice ma a Paceco si temporeggia

Il Sindaco di Paceco, Giuseppe Scarcella, ha emesso un avviso pubblico riguardante la chiusura, domani giovedì 13 e venerdì 14 gennaio, di tutte le scuole del territorio comunale (istituto comprensivo e asilo nido) e anche del palazzo municipale, allo scopo di consentire la sanificazione dei locali, in considerazione del preoccupante aumento dei contagi da Covid-19.

Scuole regolarmente aperte da domani, invece, ad Erice.

Gli studenti ericini torneranno in classe con lezioni in presenza come stabilito stamattina dal governo regionale su indicazione della task-force, che si è riunita questa mattina in video-conferenza con l’Assessorato dell’Istruzione e della Formazione Professionale. Nessun ulteriore provvedimento sarà adottato nel Comune di Erice, come comunicato pochi minuti fa dalla Sindaca di Erice Daniela Toscano ai dirigenti delle Istituzioni Scolastiche ericine.

«Ho ritenuto opportuno aggiornarvi sui vari incontri in video conferenza con Anci Sicilia che si sono protratti fino a pochi minuti fa – si legge nel messaggio inviato dalla Sindaca –, non posso certo ignorare che le posizioni dei sindaci non sono unanimi, per cui è possibile che nelle prossime ore alcuni procederanno in ordine sparso con provvedimenti che a mio parere e di altri miei colleghi potrebbero anche essere impugnati, motivo per il quale, salvo comunicazioni diverse da parte del governo regionale, domani le scuole di Erice riapriranno regolarmente.

Sono consapevole delle vostre preoccupazioni che sono anche le mie – continua la sindaca - ma abbiamo il dovere, ciascuno per le nostre rispettive competenze, di governare nel miglior modo possibile questa fase complicata della nostra vita. Ci chiedono, e non ci tireremo certo indietro, uno sforzo complessivo ed ulteriore sperando che il picco dei contagi possa diminuire. Naturalmente tutto è in evoluzione, saremo vigili e ci adegueremo di conseguenza a quello che succederà nelle prossime ore.

Da sindaco, tuttavia, al momento non ritengo opportuno emettere provvedimenti che domattina potrebbero anche essere impugnati, preferisco aprire in sicurezza, confidando anche sul vostro eccezionale e prezioso impegno che avete messo in campo in questi anni difficili. Ho fiducia nei dirigenti e nel personale scolastico, negli alunni e nelle famiglie. Noi ci siamo se avrete bisogno – conclude la sindaca – ma intanto apriamo le scuole e rassereniamo i nostri ragazzi e le loro famiglie, ricordando sempre le misure di sicurezza da rispettare».

- Note Stampa

In evidenza