Trapani: l’evaso dal “Cerulli” arrestato nelle campagne fra Ummari e Fulgatore

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
27 Giugno 2019 02:12
Trapani: l’evaso dal “Cerulli” arrestato nelle campagne fra Ummari e Fulgatore

Nel pomeriggio di ieri, nella campagne tra Ummari e Fulgatore, a conclusione delle ricerche immediatamente messe in atto a seguito della sua evasione dal carcere “Pietro Cerulli” di Trapani, i Carabinieri del Nucleo Investigativo e personale del Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria hanno catturato Luca Leke, albanese classe 85. La Procura della Repubblica di Trapani, che ha nell’immediatezza del fatto assunto la direzione delle indagini, ha coordinato le attività di un unico gruppo investigativo formato dai reparti che hanno poi proceduto all’arresto (In foto copertina Luka Leke condotto al Comando Provinciale di Trapani dopo l'arresto).

Fondamentale si è rivelata la copertura capillare del territorio sia rurale che urbano eseguita in perfetta collaborazione. Dopo appena 48 ore dall’evasione, l'albanese è stato avvistato a piedi lungo la ferrovia che collega Trapani a Palermo, probabilmente il suo piano era quello di salire su un treno. E' stato immediatamente bloccato a seguito di un breve inseguimento in quanto, alla vista dei militari, provava una repentina fuga attraverso i campi circostanti subito neutralizzata. Nei prossimi giorni la Procura ed i Reparti che hanno operato orienteranno le attività per fare ulteriore chiarezza sulla fuga ricostruendone le fasi, non è infatti escluso la presenza di eventuali complici che abbiano fornito supporto logistico a Leke che adesso sarà trasferito al Pagliarelli di Palermo.

 

In evidenza