Partita la sfida di Giuseppe Bica: da Trapani a Lugano in bici

L'avventura del giovane trapanese ha lo scopo di promuovere la cultura della mobilità sostenibile e non solo

Claudia
Claudia Parrinello
11 Aprile 2021 19:08
Partita la sfida di Giuseppe Bica: da Trapani a Lugano in bici

Un’avventura sportiva per diffondere un messaggio importante ovvero la promozione della cultura della mobilità sostenibile e una raccolta fondi in favore di Medici Senza Frontiere che da 50 anni si occupa di aiutare le popolazioni colpite da catastrofi naturali, guerre o epidemie come il Coronavirus in più di 70 paesi nel mondo. Con questi obiettivi Giuseppe Bica, 34 anni di Trapani, è partito ufficialmente dal piazzale del Lazzaretto, proprio davanti la Colombaia per salutare la sua città e iniziare la sua nuova sfida: percorrere in sella alla sua bici tutta Italia fino a Lugano.

Più di 3.000 chilometri ed oltre 35.000 di dislivello per un progetto, quello di “Tutto Lo Stivale”, che rappresenta, aveva dichiarato ai nostri microfoni, «oltre ad un viaggio nel nuovo me stesso anche un modo per sensibilizzare l’opinione pubblica verso il muoversi “in modo green”.

Insomma, un’avventura non da poco per il giovane trapanese con una grande passione per lo sport che già quest’estate si era cimentato nella sua prima impresa, quella di aver camminato per 24 ore di seguito, percorrendo 100 km che dividono Trapani e Palermo e affrontando più di 800 metri di dislivello sulla montagna di Montelepre. E adesso un’altra grande sfida che Bica affronta con grande energia: «Ho tanta voglia di portare in giro per il Paese un’ideale positivo e propositivo, in un periodo storico di profonda insicurezza economica e relazionale. La strada è lunga ma i desideri danno tanta energia!»

In bocca al lupo, Giuseppe!

In evidenza