Misiliscemi, arriva l'ordinanza di Burgio

Tutti i cittadini dovranno rispettare le norme prestabilite per la zona arancione.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
15 Gennaio 2022 17:02
Misiliscemi, arriva l'ordinanza di Burgio

Misiliscemi in zona arancione, proprio come tutti i comuni della Provincia di Trapani. È questa la decisione di poche ore fa, presa dalla Regione Siciliana. 

Il Commissario Straordinario Carmelo Burgio ha così emanato un’ordinanza con varie restrizioni che saranno valide dal 17 al 26 gennaio. 

Sospese tutte le attività didattiche ed educative in presenza nelle scuole – pubbliche, private e paritarie – di ogni ordine e grado del territorio di Misiliscemi, con conseguente attivazione della DAD, secondo le modalità previste delle norme vigenti. 

Ogni autorità preposta ai controlli, inoltre, dovranno impedire il verificarsi di assembramenti ma anche garantire il distanziamento sociale in ambienti pubblici – compresi i trasporti – e incentivare l’uso delle mascherine FFP2 – obbligatorie sia all’aperto che nei luoghi pubblici e al chiuso – e di disinfettanti per l’igienizzazione delle mani. 

Ingressi contingentati con green pass rafforzato e con mascherina FFP2, poi, in tutti i luoghi di interesse storico culturale/ biblioteche garantendo il distanziamento interpersonale di almeno mt. 1,5 e - in caso di presenza di postazioni di lettura - riducendo al 50% il numero dei posti per ciascuna postazione. 

Ma non solo: sarà vietato stazionare nel raggio di mt.100 antistanti i pubblici esercizi che somministrano, a qualsiasi titolo, bevande e cibo per asporto ivi compresi i distributori automatici di bevande e alimenti. Sono sospesi i servizi di intensificazione dei trasporti per le esigenze scolastiche della Società partecipata ATM nel territorio del Comune di Misiliscemi. 

I servizi di Polizia Municipale, Protezione Civile ed il Settore Territorio e Ambiente del Comune di Trapani, inoltre, potenzieranno i servizi di vigilanza e monitoraggio territoriale e ambientale per far rispettare le prescrizioni di contenimento della diffusione da contagio che ai fini della sicurezza igienico-sanitaria e ambientale ma dovranno anche porre argine all’abbandono indiscriminato di rifiuti, avvalendosi anche di volontari di Protezione Civile, Ambientali o Socio Sanitari nei termini previsti dalla normativa vigente in materia di rimborsi spese. 

Tutti i cittadini, poi, dovranno rispettare le norme prestabilite per la zona arancione che riguardano, soprattutto, i non possessori di Super Green Pass. 

Il mancato rispetto delle misure di contenimento e prevenzione del rischio da contagio di cui alla presente ordinanza, comporta la sanzione amministrativa da 400,00 euro a 3.000,00 euro.

In evidenza