Olesya-Denise: oggi il giorno della verità sulla “pista russa”

L’avv. Giacomo Frazzitta ha ottenuto cooperazione dal legale di Olesya Rostova

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
07 Aprile 2021 08:19
Olesya-Denise: oggi il giorno della verità sulla “pista russa”

Potrebbe essere quello di oggi il giorno della verità sulla “pista russa” del caso di Denise Pipitone, la bimba scomparsa a Mazara del Vallo l’1 settembre 2004. Era prevista ieri, poi rimandata, una trasmissione alle 17 (ore italiana) della tv russa per rendere pubblica la compatibilità o meno del gruppo sanguigno e del Dna fra la giovane Olesya Rostova e Piera Maggio, la mamma di Denise. (in foto copertina: da sx Piera Maggio e la piccola Denise, a dx la giovane russa Olesya Rostova)

Il Caso Denise si era riaperto di colpo lo scorso 30 marzo quando la giovane russa in diretta su una tv russa aveva raccontato la sua storia chiedendo di voler ritrovare la sua mamma. Olesya Rostova, ha un‘età, circa vent’anni, compatibile con quella di Denise, è stata ritrovata nel 2005 in Russia, in un campo rom (la pista che Denise fosse passata di mano in mano negli ambienti rom non è mai stata esclusa), era stata rapita. Olesyanon sa da dove viene, non sa chi siano i suoi veri genitori, né dove è nata.

Finora è stata in un orfanotrofio russo da cui non è mai uscita. Da qui la speranza coltivata con molta prudenza e cautela da Piera Maggio che non i è esposta mediatamente (in questi giorni è stata ricoverata in ospedale) e dello stesso avvocato marsalese Giacomo Frazzitta il quale ha messo in chiaro le cose avvertendo il rischio di una montatura mediatica sul caso e la possibilità che questa storia si rivelasse alla fine un bluff organizzato ad hoc per fare audience.

Ieri Rai1 ha registrato la puntata di “Lasciali parlare”, che andrà in onda oggi. Ieri il conduttoredel talk show russo alzando la suspense ha dichiarato sui social: “Quale sarà il vero nome di Olesya: Angela, Lidia o Denise?”. Sembra che già si sappia l’esito degli esami che porterebbero alla rivelazione della vera madre di Olesya Rostova visto che ci sarebbero altre donne dell'est Europa che cercano la propria figlia e sperano.

Ieri pomeriggio Giacomo Frazzitta ha dichiarato all’Ansa: “ho appena ricevuto una mail dall’avvocato di Olesya Rostova che conferma la volontà di cooperazione con noi e accetta la richiesta di fornirci i risultati degli esami scientifici sulla ragazza prima del collegamento di oggi. A questo punto parteciperemo alla registrazione del programma del Canale 1 russo che sarà mandato in onda domani”. Il legale ha aggiunto che l’esito degli esami verrà “subito comunicato alla Procura di Marsala” che indaga sul caso e che sulla vicenda verrà mantenuto un comprensibile riserbo fino a domani.

Sempre l’Ansa ieri aveva contattato Giorgio Macaddino, sindaco (era stato eletto nel maggio del 2004) al momento della scomparsa di Denise Pipitone, il quale ha dichiarato: “la nostra speranza è quella che Olesya sia davvero Denise e così si possa rimarginare quella ferita aperta 17 anni fa e mai chiusa. Ricordo ancora quei momenti bui e indelebili per l'intera comunità mazarese –ha sottolineato - che segnarono una profonda ferita nel mio cuore. In Comune, proprio in quei primi giorni di settembre 2004, avvenne una riunione tra gli investigatori della Procura di Marsala (guidata dal Procuratore Antonino Silvio Sciuto), l'ex Prefetto di Trapani Giovanni Finazzo e i vertici delle Forze dell'ordine che cercavano sul territorio la piccola scomparsa.

In questi lunghi anni –ha concluso Giorgio Macaddino - è rimasto un grande dubbio su come sia scomparsa Denise. Chi sapeva e ha taciuto, penso che non troverà mai il perdono di nessuno, né in terra e né in cielo”.

Francesco Mezzapelle 

In evidenza
Ti potrebbe interessare