Code al CCR del Lungomare Dante Alighieri. La denuncia del circolo “Diventerà bellissima”

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
31 Gennaio 2019 13:41

Da stamattina lunghe file per accedere al CCR del Lungomare Dante Alighieri. Cittadini, per lo piu pensionati e anziani, costretti ad attendere quasi due ore in auto, spesso sacrificandosi per il resto della famiglia che per motivi di lavoro non possono recarsi al Centro di raccolta. Intendiamo così replicare alle dichiarazioni di stampo "propagandistico" dell'assessore Romano, pubblicate qualche giorno fa, a cui per la verità  assistiamo da 8 mesi su ogni fronte da parte di questa Amminstrazione.

Lo stesso si dichiarava soddisfatto perché a suo dire il servizio sta andando a regime. In città in verita, è in corso una vasta operazione di "marketing" ma molti servizi sono scadenti e le problematiche restano al palo. Invero non possiamo che esser al fianco di questi trapanesi che attendono ore in auto. A Trapani, come dichiarato da CittadinanzaAttiva, l'organizzazione che promuove l'attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti,  in un recente studio, si paga la tari più cara d'Italia, circa 571 euro a famiglia a fronte dei 302 di media nazionale dove nell'ultimo anno si è registrato un aumento del 49% mentre il servizio, contrariamente a quanto dichiarato dall'assessore Romano, non decolla! Basta girare la mattina per gli angoli delle stradine del Centro storico per trovarli pieni di sacchetti di indifferenziato.

Inoltre sono aumentati gli ingombranti abbandonati nei quartieri più in periferia. Per entrambi i casi abbiamo diverse foto che lo testimoniano. La nostra proposta, per deflazionare le lunghe ore di attesa, è quindi di riposizionare le stazioni mobili di RD in diversi punti della città. Inoltre, suggeriamo di posizionare nei marciapiedi delle arterie principali i tipici contenitori colorati (carta, plastica, vetro e alluminio) affinché i cittadini in qualsiasi momento possano gettare carta, fazzoletti e piccoli rifiuti nei rispettivi contenitori.

Tale soluzione, adottata da amministrazioni di diverse città, da ultimo Ragusa, consentirebbe di diminuire la spazzatura buttata per terra dagli incivili, facendo apparire  la città più pulita specie nei giorni di forte vento, e pure nei giorni di pioggia, si eviterebbero le occlusioni nelle caditoie e tombini e quindi gli allagamenti o ristagno di acqua laddove l'asfalto risulta ormai sconnesso e divelto. Manteniamo ferma l'idea della videosorveglianza e delle sanzioni anche al fine di "educare".

Pensiamo che si debbano migliorare per prima questi servizi per dare un bella immagine della Città  e prima di promuovere il marchio destinazione Trapani WEST SICILY.

In evidenza