AstraZeneca, "open day" nel weekend negli hub vaccinali siciliani

Si potranno vaccinare senza prenotazione tutti i cittadini nel target AstraZeneca, a partire da sessant’anni

Claudia
Claudia Parrinello
13 Aprile 2021 14:50
AstraZeneca,

«Non può vincere la paura. Dobbiamo compiere uno sforzo corale in Sicilia per tornare a fare decollare la vaccinazione con AstraZeneca». Sono le parole del presidente Nello Musumeci dopo avere dato disposizione all’assessorato della Salute di promuovere un'iniziativa straordinaria per un “open day” in tutti gli hub e in tutte le principali sedi di vaccinazione della Sicilia. Infatti, nelle giornate di Venerdì, sabato e domenica, dalle 8 alle 22, in Sicilia si potranno vaccinare senza prenotazione tutti i cittadini nel target AstraZeneca, a partire da sessant’anni di età. 

L’obiettivo è quello di far decollare la vaccinazione con AstraZeneca. Bisogna ricordare, infatti, che nell'Isola, nelle ultime settimane, c'è stato un alto tasso di rifiuti alla somministrazione del vaccino AstraZeneca (80 su 100) dopo la segnalazione di "eventi avversi", nonostante l'Ema abbia confermato che si tratta di un medicinale sicuro e che i casi di complicazioni sono molto rari. In questo momento sono bloccate quasi centomila dosi di vaccino Astrazeneca perché mancano le prenotazioni. «Chiedo la collaborazione di tutti - continua il governatore -, dagli Ordini professionali al sindacato, perché serve tornare a correre come prima. Siamo stati un esempio nelle scorse settimane, adesso non può vincere la paura ».

L’open day messo in campo dal governatore siciliano rappresenta una strategia per far vaccinare più gente possibile, far raggiungere nel più breve tempo l’immunità ai siciliani e scongiurare altre chiusure e quindi altre zone rosse. «Quello che mi preoccupa è la Sicilia- ha affermato nei giorni scorsi durante la conferenza stampa sui contagi e la campagna vaccinale in Sicilia. Quello che abbiamo registrato in provincia di Palermo vale anche per il resto dell'Isola: abbiamo un Rt di 1,22, il massimo è 1,25. E' facile pensare che se la soluzione adottata per Palermo e provincia dovesse estendersi ad altre due o tre zone della Sicilia, saremo costretti a chiudere ». Una soluzione che non piace a nessuno dal presidente fino ad arrivare ai cittadini e ai commercianti che vogliono ritornare a vivere e soprattutto a lavorare.

Intanto, nei prossimi giorni verrà definito il coinvolgimento dei medici di famiglia, cui verrà destinata destinare una ulteriore dotazione di vaccini Moderna. A metà aprile, inoltre, è previsto l'arrivo tanto atteso delle prime dosi del vaccino Janssen di Johnson&Johnson, ancora in numero ridotto, ma sarà il primo a dose singola a venire distribuito.

In evidenza