VIDEO – Trapani, al via la candidatura per l’Europeade 2021

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
19 Febbraio 2019 14:16
VIDEO – Trapani, al via la candidatura per l’Europeade 2021

La città di Trapani è candidata ad ospitare l’Europeade a luglio 2021. È questa la proposta lanciata dal sindaco di Trapani, Giacomo Tranchida. I dettagli dell'iniziativa sono stati illustrati in una conferenza stampa svoltasi a Palazzo d'Alì. L’Europeade è la più grande manifestazione folk e di cultura popolare che coinvolge ogni anno, in un paese diverso del vecchio continente, circa 5000 artisti provenienti da tutta Europa. Non è dunque un evento basato soltanto su degli spettacoli, ma anche una manifestazione per rafforzare il confronto e la condivisione per un’Europa dell’amicizia e della solidarietà tra i popoli.

L'obiettivo della candidatura della città di Trapani è quello di rafforzare l'unità territoriale delle comunità locali, e di quella di alcuni Comuni della provincia, anche ai fini dello sviluppo della destinazione «West Sicily». Oltre al sindaco Giacomo Tranchida, era presente anche Rüdiger Heb presidente dell’Europeade, e sindaco della citta tedesca di Frenkenberg. Il comitato organizzatore valuterà nei mesi che verranno la candidatura di Trapani, con la scelta che dovrebbe avvenire a luglio.

L'assessore del Comune di Trapani, Andreana Patti, ha ricordato l'importanza di un evento, che si tiene ininterrottamente dal 1964, e che coinvolge i popoli dell'Europa, e in particolare i gruppi folkloristici, con 200 gruppi coinvolti per circa 5000 persone. All'evento erano presenti anche il sindaco di San Vito Lo Capo Giuseppe Peraino, Matteo Angileri assessore del Comune di Paceco, e Andrea Baiata assessore del Comune di Marsala. «Trapani, quale città territorio, ha l'ambizione di candidarsi quale capitale della cultura nell'ambito dello scenario euro-mediterraneo – spiega Tranchida – il messaggio è quello dell'incontro dei popoli ben oltre i perimetri geopolitici degli Stati.

Dobbiamo creare dei ponti tra la cultura e le persone. Questa è un'occasione importante per il territorio, che ci consente di uscire anche da una sorte di marginalizzazione, anche ad esempio in termini di collegamenti verso il territorio». «Il nostro comitato esiste dal 1964 – aggiunge Rüdiger Heb –, e questa estate terremo l'edizione numero 56 dell'Europeade. Dopo la seconda Guerra Mondiale si è pensato di creare un sentimento comune tra i vari giovani dell'Europa.

Il team dell'Europeade è una grande famiglia, e il nostro obiettivo è quello di creare l'unità tra i popoli e le nazioni. A Frenkenberg sarò onorato di presentare la candidatura di Trapani al comitato organizzatore». «È una bellissima opportunità – prosegue Daniela Toscano, sindaco di Erice –; la Sicilia ha una forte tradizione culturale, e una storia importante da promuovere e valorizzare. Come territorio cresciamo se riusciamo a lavorare tutti assieme». Il sindaco di Valderice, Francesco Stabile, spiega: «Questa potrebbe essere un'occasione per tutto il territorio dell'hinterland trapanese, ed è un'opportunità per tutti i Comuni della fascia costiera coinvolti.

Noi siamo lieti di esserci e vogliamo esserci». Giuseppe Bica, sindaco di Custonaci, ha aggiunto: «È un'interessantissima iniziativa. Questo è l'esempio di un'Europa che si incontra per motivi esclusivamente culturali, ed è un'occasione di promozione per tutto il territorio». Video Vito Campo

In evidenza