“Stiamo Lavorando Per Il Bando E Per Le Nuove Tratte Aeree”. Parla Elena Ferraro Del Cda Airgest

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
28 Febbraio 2018 18:08
“Stiamo Lavorando Per Il Bando E Per Le Nuove Tratte Aeree”. Parla Elena Ferraro Del Cda Airgest

“La situazione dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi è assolutamente in continua evoluzione e ci teniamo a tranquillizzare tutti che seppur con forti riduzioni, che ci auguriamo siano momentanee, garantiremo la piena operatività dello scalo trapanese”. A parlare è la componente del Consiglio d’Amministrazione dell’Airgest, la castelvetranese Elena Ferraro, da noi raggiunta telefonicamente. “Ci siamo appena insediati ed abbiamo fatto solo due riunioni del CdA- continua l’imprenditrice- ma vi confermo che il presidente Paolo Angius sta ponendo in essere, unitamente al Governo Regionale, alle  Istituzioni territoriali locali e alle attività produttive tutte,  ogni sforzo teso alla realizzazione della migliore stagione  estiva possibile.  Airgest SpA in merito al Comunicato stampa pubblicato ieri sera da Ryanair, che ha annunciato la chiusura della propria base operativa presso l’Aeroporto Vincenzo Florio, specifica che detta notizia non ha alcun impatto sull’operatività delle rotte già programmate per la stagione estiva.  Risultano pertanto confermati i collegamenti già schedulati per Praga, Francoforte, Baden Baden e Bergamo che  si aggiungono ai voli per Milano Linate e Roma Fiumicino  operati con Alitalia, per Torino con Blue Air e Pantelleria con Mistral in regime di continuità territoriale- continua la Ferraro- Il nuovo consiglio d’amministrazione della società di gestione che è ormai a quasi esclusiva partecipazione regionale ha deciso di predisporre una nuova proposta di bando da sottoporre alla Regione con esplicita richiesta che l’assessorato lo condivida con l’ufficio legislativo della Regione e lo faccia passare anche dalle commissioni competenti dell’Ars.

Dopo questo giro che speriamo possa avvenire entro soli quindici giorni dalla nostra consegna, partiremo cercando ovviamente di andare incontro a tutte le doglianze evidenziate dal Tar Sicilia. L’obiettivo è l’assegnazione per i primi di maggio. Il bando sarebbe da circa 14 milioni per il 2018 e il 2019. Nel frattempo- conclude la Ferraro –  si dialoga con Ryanair sul presente. Cercheremo di implementare queste rotte con altre che andremo a individuare, il mio auspicio è di farlo anche senza un contratto con Ryanair confidando sul fatto che Trapani è un aeroporto attrattivo perché ha tasse più basse e costi più contenuti di altri scali”.

 (A.Q.)

In evidenza