«L'amministrazione prenda distanze dalle dichiarazioni di Rocco Greco»

Gravi allusioni del consigliere trapanese. Le reazioni della politica e dell'ANPI.

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
24 Gennaio 2022 18:43
«L'amministrazione prenda distanze dalle dichiarazioni di Rocco Greco»

«Il problema dei no vax che protestano paragonandosi agli ebrei nei lager nazisti, come ha fatto uno sparuto gruppo di loro rappresentanti a Novara, sembrava finito dopo le polemiche suscitate in tutto il Paese». Così l'ANPI Trapani che tuona contro Rocco Greco, consigliere comunale, circa il post riportato dallo stesso che ha suscitato ragionevoli polemiche da più fronti. Il tema incriminato riguarda l'obbligatorietà del Green Pass: «Purtroppo non è così. A Trapani, un consigliere comunale della maggioranza di centrosinistra ha scritto un post a proposito dell’obbligatorietà del super Green Pass per consentire ai ragazzi di fare sport associando, ignobilmente, questa regola di buonsenso al 27 gennaio, giornata della memoria, che ricorda le migliaia e migliaia di ragazzi finiti nelle camere a gas.

Più in particolare il sig. Rocco Greco riporta quanto scrive “La Pressa”, un giornaletto online di Modena: “Sport vietato ai 12enni senza super Green Pass, lo specchio del Male”. Il consigliere, che è anche vicepresidente del consiglio, aggiunge il suo minaccioso e ignobile commento: "il 27 gennaio (la data della Shoah, ndr) non è lontano e di certo non mi riferisco alla data del calendario. A buon intenditore poche parole………Vergogna"; a completare il post la faccia di Draghi».

«L’Anpi - si legge - esprime tutta la sua indignazione per il messaggio e la riprovazione per il suo autore che, lui si, dovrebbe vergognarsi per questo accostamento, frutto, si vuole sperare, solo della sua ignoranza e chiede che l’amministrazione comunale prenda le distanze dall’opinione di questo consigliere. In questo nostro Paese - che si è conquistata la democrazia con i numerosi morti, anche bambini, finiti nelle camere a gas e con la lotta dei partigiani - è consentito esprimere dissenso, ma senza mai superare il limite e, a nostro avviso, il consigliere Rocco Greco lo ha superato».Non si è fatta attendere la reazione da parte del PD con Domenico Venuti e Valentina Villabuona: «A pochi giorni dalla Giornata della Memoria registriamo con preoccupazione l'ennesima uscita inadeguata da parte di un rappresentante delle istituzioni che paragona i no vax alle vittime dell'Olocausto.

Non è tollerabile un simile paragone da parte di nessun cittadino, ma ancora più grave è se ciò avviene con un post del vice Presidente del Consiglio Comunale di Trapani. Chiediamo al consigliere Greco di rimuovere il post e chiedere scusa per le gravi affermazioni che offendono tutte le vittime della follia nazista e quelle del Covid.Il Partito Democratico è impegnato con i suoi rappresentanti ogni giorno per coltivare la memoria e per sostenere la campagna di vaccinazione, che consideriamo un obbligo morale a tutela soprattutto delle cittadine e dei cittadini più fragili».

In evidenza