Orazio La Monaca & partners ammessi nella cinquina del progetto Porto di Trapani

Lo studio castelvetranese insieme a grandi professionsiti mondiali per rifare il waterfront storico ed il nuovo terminal

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
23 Giugno 2021 19:10
Orazio La Monaca & partners ammessi nella cinquina del progetto Porto di Trapani

Nuovo importante riconoscimento per lo studio professionale castelvetranese di Orazio La Monaca che è stato ammesso al concorso internazionale di idee per la riqualificazione del waterfront storico del porto di Trapani, del nuovo terminal passeggeri, della passeggiata-darsena urbana e il parco del waterfront (colombaia – lazzaretto). Dopo il prestigioso riconoscimento di essere entrato nella cinquina dei progetti tra i quali doveva essere scelto il progetto per la realizzazione de Centro Servizi della Regione Siciliana nella via Ugo La Malfa a Palermo, arriva il nuovo step per lo studio che è stato ammesso alla procedura concorsuale nella cinquina finale dei progetti con il gruppo One Works s.p.a. (capogruppo) La Monaca architetti e Vella ingegneri- Acquatecno s.r.l.

L'Autorità di Sistema Portuale (AdSP) del Mare di Sicilia Occidentale nei mesi scorsi aveva bandito un concorso internazionale di idee con quattro principali obiettivi:

1. Passeggeri - definizione dell'assetto del nuovo Molo a "T" e del nuovo Terminal Passeggeri aumentando la permeabilità tra spazi urbani e portuali coerentemente alle esigenze di safety and security delle funzioni portuali;

 2. Mercato e nautica da diporto - integrazione della qualità di spazi pubblici e servizi a supporto della nautica da diporto e pescherecci e un sistema di spazi aperti e di connessione tra edifici coerente e funzionale;

3. Darsena pescherecci e piazza urbana - definizione di una passeggiata ciclo-pedonale che colleghi con continuità gli spazi e le funzioni dell'area: un sistema di camminamenti e spazi pubblici progettati con lo scopo di ospitare funzioni di interesse pubblico ma soprattutto di generare percorsi continui e a tratti ombreggiati che colleghino in maniera osmotica l'intero sistema;

4. Parco del waterfront - creazione di un parco con forte valenza paesaggistica e monumentale nell'area che include le emergenze architettoniche del Lazzaretto, di Villino Nasi e della Colombaia.

Le proposte dovevano quindi innescare processi di trasformazione urbana e di rigenerazione non solo sulla linea di costa ma sull'intera rete dei luoghi della città che entrano in relazione con il mare e con le aree portuali.

Essere in quella cinquina di finalisti, indipendentemente dal risultato finale, è l’ennesima conferma della qualità del lavoro prodotto dal team di Orazio La Monaca e dai suoi partner.

Gli altri ammessi sono tutti professionisti di caratura internazionale come Mario Cucinella architects surl (capogruppo) Gae engineering srl – Arcadis italia srl – ing. Luigi Severini – arch. Matteo Gatto – geol. Eugenia Belluardo, la Technital s.p.a. (capogruppo) valle 3.0 – Peluffo & partners – arch. Marco Antonini , lo studio Filoramo Engineering & Architecture srl (capogruppo) arch. Giovanni Lazzari – arch. Domenico Zumbo – arch. Giuseppe Cannetti – dott. geol. Gian Vito Graziano – geol. Monica Masi – ing. Giovanni Miceli – arch. Annalisa Metta e lo studio Duomi srl (capogruppo) Simpraxis srl - F&M ingegneria s.p.a.

A.Q.

In evidenza