Birgi, insediato il nuovo Cda. Angius: “pronti a risolvere le principali emergenze”

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
22 Febbraio 2018 17:19
Birgi, insediato il nuovo Cda. Angius: “pronti a risolvere le principali emergenze”

A tenere banco nelle ultime settimane è la vicenda dell’aeroporto “Vincenzo Florio” di Birgi che desta non poche preoccupazioni in città, che proprio grazie allo scalo ha visto crescere notevolmente il settore del turismo e del commercio. La cabina di pilotaggio dell’Airgest è senza piloti da circa 20 giorni. Ancora nessun accordo con Ryanair per la continuazione dei voli dopo che la precedente gara è stata giudicata irregolare dal Tar. Dopo il ricorso vinto da Alitalia, infatti, Musumeci aveva chiesto ai vertici delle partecipate di lasciare i propri incarichi per poter procedere con la sostituzione dei dirigenti.

Così il 5 febbraio scorso il presidente della società di gestione, Franco Giudice, si è dimesso e con lui anche gli altri componenti del cda. Da qual momento hanno preso il via una serie di nomine poi risultate incompatibili. È giusto ricordare che la Regione, è il principale azionista dell’Airgest, la società che si occupa della gestione dello scalo. A lei spetta il compito di garantire una governance capace di valorizzare sempre di più questa straordinaria risorsa per lo sviluppo del territorio.

Al momento, la priorità è quella di scrivere un nuovo bando, per questo il governatore Musumeci ieri ha nominato il nuovo Cda. Al vertice, Paolo Angius, una vecchia conoscenza Aigest che ben conosce le dinamiche societarie, gli altri due componenti sono la castelvetranese Elena Ferraro, imprenditrice antimafia e il commercialista marsalese Saverio Caruso. Questa mattina alle 9 il nuovo consiglio d’amministrazione si è insediato e il presidente Angius, nel corso dell’incontro con la stampa,  ha dichiarato: “Il cda è nella pienezza dei suoi poteri e avrà come punti all’ ordine del giorno, rispetto al prossimo consiglio d’amministrazione fissato per lunedì, la risoluzione delle emergenze principali, quali quella di salvare il traffico aereo per la stagione estiva e provvedere a fare un nuovo bando per far sì che si possa creare un interesse negli operatori e poter garantire una stagione estiva dignitosa”.

Intanto la situazione diventa sempre più delicata. Da qualche settimana, infatti, Ryanair, sta dismettendo quasi tutti i collegamenti da e per Trapani, dirottando aerei ed equipaggi verso altre località. Claudia Parrinello

In evidenza