Regionali 2017, il Tar rigetta i ricorsi di Tranchida e Ruggirello

Redazione Prima Pagina Trapani
Redazione Prima Pagina Trapani
24 Febbraio 2018 19:18
Regionali 2017, il Tar rigetta i ricorsi di Tranchida e Ruggirello

Ricorso bocciato per Giacomo Tranchida e Paolo Ruggirello che avevano puntato il dito contro Valentina Palmeri e Sergio Tancredi (M5s) , difesi dall'avvocato Pullara, contro Stefano Pellegrino (Forza Italia), Mimmo Turano ed Eleonora Lo Curto (Udc). L'ex sindaco di Erice, e l'ex deputato regionale ,giunti secondi e terzi nella lista del Pd, sostenevano che i cinque non fossero in regola con le dichiarazioni legate alla legge Severino sulle cause di incandidabilità ma la  prima sezione del Tribunale amministrativo regionale non ha accolto le loro ragioni.

I candidati, infatti, secondo il Tribunale amministrativo, si sono affidati alle indicazioni dell’autorità preposta alla gestione delle elezioni, senza, pertanto, cercare di eludere le stringenti prescrizioni della legge Severino come, peraltro, dimostrato dall’assenza di condanne ostative nel casellario giudiziale dei candidati. "Non avevamo dubbi – commentano i parlamentari 5 stelle –, la pronuncia del Tar in questo momento rappresenta un'importantissima conferma della legittimità dei nostri scranni all'Ars e ci dà ulteriore determinazione per portare avanti con più forza le battaglie per la Sicilia e i siciliani.

Siamo 20 e determinatissimi a lasciare il segno, anche approfittando di una maggioranza rissosa, inconcludente e per nulla coesa" Mentre l'on. Ruggirello prosegue la sua campagna elettorale in vista del voto del 4 marzo, dopo la notizia di oggi, l'ex sindaco di Erice potrebbe riflettere se candidarsi come primo cittadino alle prossime amministrative a Trapani o semplicemente proseguire il suo lavoro all'interno della giunta Toscano. Tranchida non è stato il solo a presentare ricorso. Il 22 Marzo ci sarà la discussione del ricorso presentato dall’ex sindaco di Alcamo, Giacomo Scala.

 

In evidenza